5/5 - (105 votes)

Dynseo vi offre

MALATTIA DI ALZHEIMER

con SOFIA

edith jeux de memoire pour seniors facile
In questa guida vi mostreremo come utilizzare il programma di giochi per tablet SOFIA con i pazienti di Alzheimer. SOFIA è uno strumento di stimolazione cognitiva particolarmente adatto ai pazienti di Alzheimer, poiché le attività sono molto semplici e non prevedono punteggi o timer. Oltre a fornire una stimolazione cognitiva, Sofia è un programma che unisce le persone, consentendo loro di legare e condividere un po’ di tempo.

Il programma può essere utilizzato a casa con l’assistente, l’équipe dell’ESA, un operatore sanitario come un logopedista, un geriatra, un neuropsicologo o un terapista occupazionale, oppure in una casa di riposo. Il programma funziona senza Wi-Fi, quindi può essere portato con sé ovunque.

Memoria

New Section 1342232, DYNSEO

Dimenticare le parole

Dimenticare eventi

Problemi di memoria

poemeperdu-tablette-edith-application-entrainementcerebral-seniors-azheimer

Funzioni cognitive

New Section 1342232, DYNSEO

Pensiero più lento

Difficoltà di organizzazione

Difficoltà temporo-spaziali

Edith au ski_jeux adaptés_Sans mise en échec_Organisation_mémoire sémantique_Trouble de la mémoire_Alzheimer_Stade 5_mémoire procédurale_Interac

Interazione

New Section 1342232, DYNSEO

Sbalzi d’umore

Difficoltà di interazione

Perdita di indipendenza

humeur
JUDITH

IL PROGRAMMA SOFIA per i malati di Alzheimer

 

Sofia è molto più di una semplice applicazione. Con la sua vasta gamma di oltre 30 attività studiate per stimolare la memoria, offre un’esperienza personalizzata e adattabile, perfettamente calibrata sulle esigenze individuali e sullo stadio specifico della malattia di Alzheimer. Questa applicazione non si limita ad allenare il cervello, ma riconosce anche l’importanza dell’umore nel benessere delle persone affette dalla malattia. Fornendo consigli e indicazioni per migliorare l’umore, Sofia diventa una vera e propria compagna di viaggio, offrendo un supporto olistico alle persone affette da Alzheimer, così come ai loro cari e a chi li assiste.

Lavorare con una persona affetta da Alzheimer è possibile con attività adattate alle sue esigenze. L’Alzheimer è una malattia degenerativa, quindi l’obiettivo della stimolazione cognitiva è rallentare il deterioramento cognitivo. Il tipo di attività dipende dallo stadio della malattia e dalle esigenze dell’anziano.
Il programma Sofia può essere utilizzato in qualsiasi fase dell’Alzheimer e può essere adattato a ciascun anziano.

Grafico-Alzheimer-anziani-funzioni-cognitive-stimolazione-giochi-su-tablet-sofia

                        Adattare i giochi di Sofia alle esigenze dei pazienti di Alzheimer

IN QUESTA GUIDA

01.

Giochi adatti alla fase della malattia

Disporre di giochi adattati all’Alzheimer è fondamentale perché aiuta a stimolare le funzioni cognitive mantenendo un livello di comfort e piacere per i pazienti. Questi giochi su misura offrono una preziosa opportunità per preservare le capacità mentali ed emotive, contribuendo al contempo a migliorare la qualità della vita delle persone colpite dalla malattia.

03.

Consigli pratici

Consigli pratici ed esempi per aiutare le persone con Alzheimer nella loro vita quotidiana. Queste risorse forniscono un prezioso supporto a chi assiste le persone e alle famiglie, aiutandole a comprendere e ad affrontare le sfide che si incontrano nelle attività quotidiane, promuovendo al contempo un ambiente sicuro e stimolante.

02.

Creare un legame con una persona affetta dalla malattia di Alzheimer

Creare un legame con una persona affetta dalla malattia di Alzheimer richiede un approccio empatico e paziente, incentrato sulla comunicazione non verbale e sulle interazioni sensoriali. Condividendo attività significative ed esprimendo comprensione e affetto, è possibile mantenere un forte legame emotivo nonostante le sfide della malattia.

04.

BONUS : allestimento di un laboratorio della memoria

La creazione di un laboratorio di memoria appositamente adattato alle persone con Alzheimer offre un’opportunità unica per stimolare le loro funzioni cognitive in modo divertente e coinvolgente. Questi laboratori incoraggiano anche l’interazione sociale, rafforzando i legami comunitari e fornendo un valido supporto per il benessere generale.

Desidero ricevere la guida completa al sostegno delle persone affette dalla malattia di Alzheimer con SOFIA

tabella-alzheimer-sofia-memoria-stimolazione-cognitiva-giochi-anziani
schedaTecnica Alzheimer IT

01.

GIOCHI ADATTI ALLO STADIO DELLA MALATTIA

Scoprite i giochi più adatti nel programma SOFIA.

Rémue méninges

Spremi meningi

Une carte une date

Una carta una data

mamie cuisine

Nonna cucina

Stadio 1 – Malattia di Alzheimer

 

In questa fase non ci sono sintomi evidenti. Si può offrire una stimolazione cognitiva per mantenere attive le funzioni cognitive.

Nello stadio 1 della malattia di Alzheimer, i sintomi possono essere lievi e spesso trascurati. Le persone possono avere lievi difficoltà di memoria a breve termine, come ricordare nomi o parole familiari. Questi vuoti occasionali possono essere attribuiti al normale invecchiamento, ma possono indicare l’inizio dei cambiamenti cerebrali associati alla malattia. È essenziale monitorare attentamente questi primi segnali e cercare una diagnosi precoce se si vuole gestire la malattia in modo efficace.

È possibile utilizzare giochi di livello difficile e proporre giochi che richiedono buone capacità:

Spremi meningi

 

Mettete le parole nell’ordine giusto per ricostruire il proverbio.

 

Un gioco sull’ordine delle parole è di fondamentale importanza per le persone affette dalla malattia di Alzheimer, in quanto fornisce stimoli cognitivi e migliora le capacità linguistiche e la memoria. Incoraggiando il pensiero logico e la concentrazione, questo tipo di gioco può aiutare a mantenere le funzioni cognitive e a rallentare il declino mentale associato alla malattia.

SpremiMeningi, DYNSEO

Sudoku

 

Riempite la griglia con i numeri seguendo le classiche regole del Sudoku.

Il gioco del Sudoku stimola la memoria, la concentrazione e la risoluzione dei problemi, offrendo al contempo un’attività divertente e coinvolgente. Esercitando regolarmente il proprio cervello con le sfide del Sudoku, i pazienti possono potenzialmente rallentare il declino cognitivo e mantenere le proprie capacità mentali a lungo termine. Inoltre, il gioco può favorire un senso di realizzazione e di fiducia in se stessi, aumentando l’autostima e il benessere emotivo dei giocatori.

Sudoku Jeux Adaptes Sans Mise En Echec Organisation Trouble De La Memoire Alzheimer Stade 1 Interaction Sociale Mobilite Des Doigts Logique, DYNSEO

Stadio 2 – Malattia di Alzheimer

 

In questa fase, l’anziano inizia ad avere lievi problemi di memoria.

Nello stadio 2 della malattia di Alzheimer, i sintomi iniziano a diventare più evidenti e ad avere un maggiore impatto sulla vita quotidiana. Le persone possono avere difficoltà a ricordare eventi recenti o a seguire conversazioni più complesse. Possono verificarsi anche problemi di pianificazione e organizzazione, con ripercussioni sulle attività domestiche e professionali. È fondamentale fornire sostegno e comprensione a chi sta attraversando questa fase, valutando al contempo le opzioni di trattamento e gestione appropriate.

Questi disturbi non influiscono ancora sulla vita quotidiana della persona, ma è importante identificare questi sintomi per intervenire precocemente.

Una carta una data

 

Mettete gli eventi in ordine cronologico.

Questo gioco stimola la memoria episodica e rafforza la capacità di ripercorrere le sequenze temporali. Lavorando su questa abilità, i pazienti possono migliorare la loro capacità di ricordare gli eventi passati e mantenere la continuità narrativa nella loro vita quotidiana.

unecarteunedate-tablette-edith-application-entrainementcerebral-seniors-azheimer

Stadio 3 – Malattia di Alzheimer

 

In questa fase, i sintomi iniziano a diventare più evidenti ed è possibile diagnosticare la malattia di Alzheimer.

Nello stadio 3 della malattia di Alzheimer, i sintomi si aggravano, incidendo maggiormente sulla vita quotidiana. Le persone possono avere difficoltà a svolgere compiti semplici come vestirsi o preparare i pasti. I problemi di memoria diventano più evidenti, con frequenti dimenticanze di eventi recenti e nomi familiari. Un supporto e un’assistenza adeguati sono fondamentali con il progredire della malattia.

È possibile iniziare a utilizzare i giochi a un livello intermedio.

Oltre ai giochi, può essere un buon momento per accompagnare la persona affetta da Alzheimer da uno specialista. Un logopedista, per esempio!

Syllabus

 

Trovate le parole a partire dalle sillabe.

Questo gioco stimola la cognizione linguistica e fornisce un esercizio mentale divertente e accessibile. Segmentando le parole in sillabe, questo gioco può aiutare a migliorare la capacità di elaborazione del linguaggio e a mantenere le capacità di comunicazione.

syllabus-linguaggio-parole_sillabe-tablet-sofia-anziani-giochi-memoria-stimolazionecognitiva-allenamentocerebrale (1)

Cascata infernale

 

Trovate le differenze tra i simboli del modello a sinistra e i suggerimenti a destra.

Il gioco delle differenze è particolarmente importante per le persone affette da Alzheimer, poiché richiede concentrazione, percezione visiva e memoria. Individuando le differenze tra due modelli, questo gioco può aiutare a mantenere le funzioni cognitive e stimolare il cervello in modo divertente.

CascataInfernale-tablet-sofia-alzheimer-stimolazionecognitiva-attenzione-anziani

Stadio 4 – Malattia di Alzheimer

 

In questa fase, il deterioramento cognitivo diventa moderato, con ripercussioni sulle capacità matematiche, sulla memoria o con sbalzi d’umore.

 

Nello stadio 4 della malattia di Alzheimer, i sintomi diventano più gravi, compromettendo notevolmente la capacità di condurre una vita indipendente. I problemi di memoria peggiorano, con crescenti difficoltà a ricordare eventi recenti o a riconoscere volti familiari. Anche le funzioni cognitive, come la risoluzione dei problemi e il processo decisionale, sono gravemente compromesse e spesso richiedono assistenza quotidiana e supporto continuo. Un’assistenza specialistica e un’attenzione particolare sono fondamentali per aiutare le persone affette da demenza a superare questa difficile fase.

Calculus

 

Risolvere calcoli mentali.

Questo gioco stimola funzioni cognitive come la concentrazione, la memoria di lavoro e la risoluzione di problemi. Esercitando semplici operazioni matematiche, questo gioco può aiutare a mantenere le competenze numeriche e a rallentare il declino cognitivo associato alla malattia.

Calculus Tablette Edith Jeux Entrainementcerebral Fonctionscognitives Seniors Application, DYNSEO

Dove si trova?

 

Individuare la posizione dei dipartimenti o dei Paesi europei sulla mappa.

Un gioco di geografia è particolarmente importante per le persone affette da Alzheimer, poiché stimola la memoria spaziale e il ragionamento geografico, preservando le funzioni cognitive associate all’orientamento spaziale. Identificando i luoghi e riconoscendo le mappe, questo gioco può aiutare a mantenere le conoscenze geografiche e a stimolare l’interesse per il mondo che ci circonda.

DoveSiTrova-tablet-sofia-alzheimer-geografia-stimolazionecognitiva-anziani

Stadio 5 – Malattia di Alzheimer

 

In questa fase, i sintomi diventano più gravi e comprendono difficoltà temporo-spaziali e perdita di autonomia.

Nello stadio 5 della malattia di Alzheimer, i sintomi diventano ancora più debilitanti, incidendo profondamente sulla capacità delle persone di funzionare in modo indipendente. Le persone possono avere difficoltà a ricordare dettagli personali come l’indirizzo o il numero di telefono, nonché a svolgere semplici attività quotidiane come vestirsi o nutrirsi. La comunicazione diventa sempre più difficile, con una significativa riduzione della capacità di seguire una conversazione o di esprimere pensieri coerenti. In questa fase sono spesso necessari un supporto intensivo e un’assistenza specializzata per garantire la sicurezza e il benessere delle persone affette da demenza.

È possibile iniziare a utilizzare i giochi di Sofia a livello facile.

Nonna cucina

 

Ricordare gli ingredienti e la ricetta.

Un gioco di cucina su tablet è particolarmente importante per le persone affette dalla malattia di Alzheimer, in quanto consente loro di esercitarsi in abilità pratiche stimolando al contempo la memoria e la cognizione. Seguendo ricette virtuali e svolgendo semplici attività di cucina, questo gioco offre un’esperienza sicura e coinvolgente in un ambiente familiare.

nonnacucina-ricetta-ingredienti-cibo-cucina-tablet-sofia-anziani-giochi-memoria-stimolazionecognitiva-allenamentocerebrale

Sofia sugli sci

 

Trovate il percorso per riportare Sofia al suo cottage.

Questo gioco stimola la risoluzione dei problemi e la pianificazione spaziale. Offrendo sfide divertenti legate alla navigazione e al processo decisionale, questo gioco può aiutare a mantenere le funzioni cognitive e a rafforzare la memoria di lavoro.

SofiaSugliSci, DYNSEO

Stadio 6 – Malattia di Alzheimer

 

In questo stadio i sintomi sono gravi, le capacità di memoria sono più deboli e la persona ha bisogno di assistenza per le attività quotidiane.

Nello stadio 6 della malattia di Alzheimer, i sintomi raggiungono un livello avanzato, con conseguente dipendenza quasi totale per l’assistenza quotidiana. Le persone possono avere difficoltà a riconoscere i familiari e a ricordare la propria storia personale. Le funzioni cognitive sono gravemente compromesse, con una limitata capacità di comunicare verbalmente e di svolgere compiti semplici. In questa fase è spesso necessaria un’assistenza intensiva e una supervisione costante per garantire il comfort e la sicurezza dei pazienti.

Palla rimbalzina

 

Colpisci la palla il più velocemente possibile.

Questo gioco offre una stimolazione visiva e motoria e favorisce la coordinazione occhio-mano. Seguendo il movimento della palla e facendo clic su di essa, questo gioco incoraggia l’attenzione e la concentrazione, contribuendo al mantenimento delle funzioni cognitive. Inoltre, può fornire un intrattenimento rilassante e gratificante, contribuendo al benessere emotivo dei giocatori e offrendo un’attività divertente e accessibile.

Palla Rimbalzina-Orecchio Musicale-Spremi-intruso-tab-menu-alzheimer-demenza-senior-giochi-di-memoria-anziani-sintomi-malattia-cognitivi-attivita-dynseo-suzie-3

La scacchiera pazza

 

Ricordate la posizione delle caselle sul tabellone.

Questo gioco stimola la memoria visiva e spaziale. Concentrandosi sulle posizioni dei quadrati e memorizzandole, questo gioco allena la memoria di lavoro, contribuendo al mantenimento delle capacità cognitive.

Scacchierapazza Memoria Scacchiera Tablet Sofia Anziani Giochi Memoria Stimolazionecognitiva Allenamentocerebrale, DYNSEO

Stadio 7 – Malattia di Alzheimer

 

In questa fase, il deterioramento cognitivo è grave e l’anziano ha difficoltà a interagire con chi lo circonda.

Nello stadio 7 della malattia di Alzheimer, i sintomi sono estremamente debilitanti e portano a una perdita quasi totale dell’autonomia e della comunicazione. I malati possono essere incapaci di riconoscere i propri cari, di parlare o di reagire all’ambiente circostante. Spesso necessitano di assistenza totale per le cure di base e la progressione della malattia può portare a gravi complicazioni mediche.

Bubbles

 

Collegare le bolle in ordine crescente.

Anche nelle fasi avanzate della malattia di Alzheimer, un gioco che consiste nel mettere in ordine i numeri è ancora importante perché può mantenere le capacità cognitive di base e fornire stimoli mentali. Anche se le capacità cognitive sono gravemente compromesse, un’attività semplice come questa può aiutare a mantenere una forma di connessione con il mondo esterno.

Relibulle Jeux Adaptes Sans Mise En Echec Organisation Memoire Semantique Trouble De La Memoire Alzheimer Stade 7 Troubles Attentionnels Interac, DYNSEO

L’orecchio musicale

 

Riconoscere i suoni.

Questo gioco fornisce una stimolazione sensoriale e cognitiva. Anche se la capacità di comunicare e di capire è gravemente compromessa, riconoscere i suoni familiari può evocare ricordi piacevoli e mantenere un legame con il mondo circostante. Inoltre, questa attività può dare un senso di conforto e familiarità, offrendo un momento di tregua e di piacere nella vita quotidiana, spesso difficile, delle persone con Alzheimer e di chi le assiste.

Orecchio Musicale-Spremi-intruso-tab-menu-alzheimer-demenza-senior-giochi-di-memoria-anziani-sintomi-malattia-cognitivi-attivita-dynseo-suzie-3

02.

CREAZIONE DI  LINK

La relazione tra i pazienti e i loro cari assume una dimensione particolarmente importante, in quanto si evolve con il progredire della malattia. Questa relazione diventa un pilastro essenziale per garantire il benessere emotivo e fisico dei pazienti durante il loro percorso con la malattia.

Quizzle (3)

Quizz Italia

ColorForm - Edith

ColorForm

Sofia può essere utilizzato per aiutare le persone a casa o nelle case di riposo. Grazie all’interfaccia semplice e intuitiva, gli anziani possono utilizzarlo anche in modo indipendente.

Nelle prime fasi della malattia di Alzheimer, si può chiedere agli anziani di giocare in modo indipendente tra una sessione e l’altra, per mantenere la stimolazione cognitiva.

Nella malattia di Alzheimer, i legami con gli assistenti e i familiari diventano sempre più deboli. Soprattutto per i familiari è difficile vedere il proprio caro senza poter interagire con lui come prima.

Sofia permette di creare e mantenere un legame con l’anziano. Il gioco è un’attività rilassante e divertente che rende piacevoli i momenti di condivisione. I giochi sono adattati culturalmente e possono evocare ricordi che possono essere condivisi e creare conversazioni. Utilizzando immagini e parole chiave, i giochi evocano ricordi anche per le persone affette da Alzheimer.

I giochi più spesso utilizzati per creare un legame sono :

Quizz Italia

 

Rispondere a domande di cultura generale.

Un gioco a quiz di cultura generale è di grande importanza nella relazione con una persona affetta da Alzheimer, perché offre l’opportunità di condividere momenti di connessione e di stimolo intellettuale. Ponendo domande e discutendo le risposte, questo gioco può rafforzare la famiglia e le amicizie e incoraggiare l’interazione sociale.

Quizzle Jeux Adaptes Sans Mise En Echec EHPAD Trouble De La Memoire Alzheimer Seniors Interaction Sociale Memoire De Sequencage Logique, DYNSEO

GIOCHI PER DUE 

 

Giocare in coppia con persone affette dalla malattia di Alzheimer è di vitale importanza per il loro benessere e la loro qualità di vita. Questi momenti di condivisione offrono una preziosa opportunità per creare legami emotivi e rafforzare le relazioni interpersonali. Partecipando attivamente ai giochi, i pazienti non solo beneficiano di una stimolazione cognitiva e sensoriale, ma provano anche un senso di connessione e di appartenenza. Queste interazioni giocose aiutano a mantenere l’autostima e possono innescare ricordi piacevoli, contribuendo al loro benessere emotivo. Condividendo questi momenti di gioia e interazione, anche i parenti e gli assistenti possono sentire un legame più profondo con le persone che sostengono nella loro lotta contro la malattia.

Per aiutare a mantenere i legami sociali, Sofia offre anche giochi per due giocatori, con lo schermo diviso in due e ciascun giocatore che gioca dal proprio lato.

I giochi con la modalità a due giocatori sono :

ColorForm

 

Trovate la forma o il colore giusto per il modello.

Questo favorisce l’interazione sociale e la comunicazione non verbale. Condividendo questa attività, le persone care possono creare momenti di complicità e piacere, rafforzando i legami affettivi.

colorform-quizzle-tablette-edith-jeux-entrainementcerebral-fonctionscognitives-seniors-application

Caccia all’intruso

 

Trova il dispari.

Un gioco a due persone che consiste nel trovare chi è il più strano offre una serie di vantaggi alle persone affette da Alzheimer. In primo luogo, stimola la memoria e le capacità di ragionamento chiedendo ai partecipanti di confrontare e analizzare le informazioni. In secondo luogo, promuove l’interazione sociale e rafforza i legami affettivi incoraggiando la collaborazione e la condivisione di esperienze.

chassealintrus-quizzle-tablette-edith-jeux-entrainementcerebral-fonctionscognitives-seniors-application (2)

Calculus

 

Risolvere i calcoli.

Un gioco di calcolo per due persone presenta diversi vantaggi per le persone affette dalla malattia di Alzheimer. In primo luogo, stimola le funzioni cognitive esercitando il ragionamento matematico e la memoria numerica. In secondo luogo, promuove l’interazione sociale e rafforza i legami affettivi incoraggiando la collaborazione e la condivisione di idee tra i partecipanti. Infine, aiuta a mantenere un livello di stimolazione mentale e può contribuire a rallentare il declino cognitivo associato alla malattia.

calculus-2joueurs-tablette-edith-jeux-entrainementcerebral-fonctionscognitives-seniors-application

Potete testare Sofia gratuitamente per 7 giorni, poi abbonarvi ai vari pacchetti che offriamo. Sia la nostra offerta per i privati, sia quella per i professionisti.

È molto difficile assistere una persona con Alzheimer, sia emotivamente che fisicamente. Con Sofia, speriamo di rendere più facile l’assistenza alle persone affette da Alzheimer.

Inoltre, dopo 20 minuti di gioco, l’applicazione SOFIA si ferma per chiedere ai residenti come si sentono. Possono scegliere tra 6 stati d’animo, positivi o negativi. In questo modo gli anziani possono esprimersi e condividere i loro stati d’animo in un ambiente sicuro.

Scoprire gli stati d’animo dei vostri residenti vi aiuta ad adattarvi alle loro esigenze. È possibile scoprire cosa piace e cosa non piace. Inoltre, grazie a SOFIA è possibile scoprire rapidamente se un anziano è triste o turbato, in modo da poterlo aiutare rapidamente a migliorare il suo umore.

humeur

03.

I NOSTRI CONSIGLI PRATICI

Casi di studio ed esempi pratici per aiutarvi nella vita di tutti i giorni.

icon_tangram_coco

Tangram

Edith au ski

Sofia sugli sci

Soduko

Sudoku

Come possiamo sostenere le persone nella loro vita quotidiana?

Assistere una persona con malattia di Alzheimer nella sua vita quotidiana richiede un approccio paziente, amorevole e adattivo. È essenziale creare un ambiente sicuro e familiare, riducendo al minimo le distrazioni e mantenendo una routine stabile. È fondamentale incoraggiare il più possibile l’indipendenza, offrendo al contempo un sostegno costante. La semplificazione dei compiti e delle istruzioni, l’uso di promemoria visivi e verbali e l’offerta di scelte limitate possono contribuire a ridurre la confusione e a promuovere un senso di controllo. È inoltre importante ascoltare i bisogni emotivi della persona, offrendo sostegno e mantenendo una comunicazione attenta e rispettosa. Adottando un approccio empatico e adattandosi ai cambiamenti cognitivi della persona, è possibile favorirne il benessere e la qualità della vita quotidiana..

  1. Create un ambiente sicuro eliminando gli ostacoli e riducendo i rischi di cadute.
  2. Mantenere una routine quotidiana stabile per ridurre al minimo la confusione e l’ansia.
  3. Semplificare i compiti suddividendoli in fasi semplici e fornendo istruzioni chiare e concise.
  4. Usa promemoria visivi, come elenchi di compiti o note, per aiutare a rafforzare la memoria.
  5. Offri scelte limitate per permettere alla persona di mantenere un senso di controllo e autonomia.
  6. Sii paziente e incoraggiante, offrendo aiuto quando necessario senza far sentire la persona incapace.
  7. Rimani attento ai segnali emotivi ed esprimi empatia di fronte alle frustrazioni o confusioni.
  8. Mantieni una comunicazione chiara e semplice, usando un linguaggio positivo ed evitando domande troppo complesse.
  9. Favorisci il coinvolgimento sociale incoraggiando la partecipazione ad attività e facilitando le interazioni con altre persone.
  10. Prenditi cura di te come caregiver, cercando supporto da amici, familiari o gruppi di supporto, e prendendo pause per ricaricare le tue energie.
nursing home activities for seniors and elders

Cosa fare se un anziano è sempre di umore negativo?

Se una persona è spesso di umore negativo, significa che uno o più elementi della sua vita le impediscono di vivere in armonia. Ecco perché DYNSEO invia un avviso quando l’applicazione registra 3 stati d’animo negativi consecutivi.

La prima cosa da fare è trovare un momento per parlare con l’anziano. Questo momento dovrebbe essere tranquillo e privato, per permettere all’anziano di sentirsi a proprio agio.

Una volta soli con l’anziano, non bisogna affrontare direttamente l’argomento. Si può iniziare notando che si è notato un cambiamento nel comportamento dell’anziano (per esempio, che è meno attivo nei giochi o che è più silenzioso). In questo modo, dimostrate di prestare attenzione ad aspetti pratici e oggettivi.

L’anziano può quindi prendere coscienza del suo cambiamento e cercare una spiegazione. Potete avviare una discussione e cercare insieme la causa del suo disagio. È importante rispettare i tempi dell’anziano, senza imporre idee o soluzioni.

L’obiettivo della discussione con l’anziano è quello di renderlo consapevole del suo cambiamento di umore e di trovarne la causa, in modo da poter lavorare insieme per trovare una soluzione.

I giochi DYNSEO possono essere una buona soluzione per alleviare il disagio dell’anziano. I giochi, per definizione, sono divertenti e fanno sorridere. Con oltre 30 giochi tra cui scegliere, è possibile trovare il gioco migliore per rendere felice l’anziano.

Se l’anziano è triste, utilizzate i giochi a un livello facile, che gli daranno fiducia perché riuscirà a finire il gioco, il che porta a un feedback positivo e a una buona immagine di sé.

tangram-frise-tablette-edith-jeux-entrainementcerebral-fonctionscognitives-seniors-application

E se l’anziano vuole smettere di giocare?

Come regola generale, quando si organizzano le attività è importante definire innanzitutto le attività che si vogliono svolgere, il numero di giochi da fare e il tempo a disposizione per l’attività. Dovete poi condividere tutte queste informazioni con l’anziano.

Se avete preparato un elenco di giochi da fare e l’anziano vuole smettere di giocare, potete ricordargli l’elenco, dicendo quali giochi avete già fatto e quali sono ancora da fare. In questo modo, l’anziano può avere un obiettivo e valutare quanto tempo gli rimane e motivarsi a continuare.

È possibile stampare i loghi o le immagini dei giochi e creare un elenco visivo. Alla fine di ogni gioco, si può girare o coprire l’immagine o fare un segno accanto all’immagine. In questo modo, l’anziano può vedere cosa ha già fatto e cosa deve ancora fare.

tangram-frise-tablette-edith-jeux-entrainementcerebral-fonctionscognitives-seniors-application

04.

CREARE UN LABORATORIO DELLA MEMORIA

Un laboratorio di memoria è una sessione organizzata per stimolare le capacità cognitive e la memoria dei partecipanti, di solito anziani o persone con disturbi cognitivi come il morbo di Alzheimer. Questi laboratori possono includere una serie di attività, come giochi, esercizi di pensiero e tecniche di stimolazione cognitiva, volte a mantenere e migliorare le funzioni mentali.

hangman_icon

L'impiccato

jumelles

Binocolo

Soduko

Colromind

L’organizzazione di laboratori di memoria per le persone con malattia di Alzheimer, a casa o in una struttura specializzata come un RSA, è di fondamentale importanza per la gestione della malattia. Questi laboratori offrono un’opportunità preziosa per stimolare le funzioni cognitive dei partecipanti attraverso una varietà di attività adattate alle loro esigenze. Lavorando sulla memoria, sulla concentrazione e sulla risoluzione dei problemi, queste sessioni mirano a rallentare il declino cognitivo e a migliorare la qualità della vita delle persone affette dalla malattia. Inoltre, questi laboratori incoraggiano l’interazione sociale, fornendo uno spazio sicuro in cui i partecipanti possono sentirsi sostenuti e impegnati in un ambiente incoraggiante.

Un esempio di laboratorio sulla memoria per le persone con Alzheimer potrebbe essere un’attività di richiamo della memoria. I partecipanti potrebbero essere invitati a portare foto di famiglia o oggetti significativi del loro passato. A turno potrebbero condividere i ricordi associati a questi oggetti, incoraggiando la discussione e la reminiscenza. Questa attività stimolerebbe la memoria autobiografica e rafforzerebbe i legami sociali tra i partecipanti, offrendo al contempo un senso di comfort e benessere in un ambiente familiare.

alzheimer communiquer avec

L’impiccato

Il gioco dell’impiccato riveste un’importanza significativa in un laboratorio di memoria per persone affette dalla malattia di Alzheimer. Incoraggiando la ricerca e il recupero delle parole, stimola la memoria lessicale e la cognizione verbale. Inoltre, la partecipazione al gioco favorisce l’interazione sociale e il divertimento, rafforzando i legami sociali e il benessere emotivo dei partecipanti. Infine, offre un’attività divertente e coinvolgente che può essere adattata a diversi livelli di abilità, fornendo un’esperienza arricchente per tutti.

tangram-frise-tablette-edith-jeux-entrainementcerebral-fonctionscognitives-seniors-application

Binocolo

In questo gioco, la persona deve trovare le coppie.

Questo gioco è di notevole importanza in un laboratorio di memoria per persone affette dalla malattia di Alzheimer. Stimolando la memoria visiva e la concentrazione, aiuta a mantenere e stimolare le capacità cognitive dei partecipanti.

Si può anche giocare in coppia!

jumelles-tablette-edith-application-entrainementcerebral-seniors-azheimer

ColorMind

Un gioco che prevede la memorizzazione di una sequenza di colori è di grande importanza in un laboratorio di memoria per persone affette da Alzheimer. Stimolando la memoria visiva e la concentrazione, stimola le funzioni cognitive e aiuta a mantenere la memoria a breve termine. Inoltre, questo gioco offre un’attività divertente e interattiva, favorendo il divertimento e l’impegno dei partecipanti. Infine, può essere adattato a diversi livelli di difficoltà, offrendo un’esperienza arricchente e personalizzata per ogni individuo.

jumelles-tablette-edith-application-entrainementcerebral-seniors-azheimer

Un’applicazione adattata alle persone affette dal morbo di Alzheimer:
SOFIA

 

Un programma di allenamento cerebrale con più di 30 giochi di memoria adattato alle persone affette da disturbi cognitivi da lievi a gravi, come il morbo di Alzheimer, il morbo di Parkinson e altre malattie neurodegenerative.

 

  • Un’interfaccia semplice,
  • 3 livelli di difficoltà per ogni gioco,
  • Non è richiesto il WiFi

Provate l’applicazione gratuitamente per 1 settimana, su tutti i tablet Android e Apple!

sofia-giochidimemoria-alzheimers-anziani

Ecco tutte le schede dei giochi presentati, con le funzioni cognitive stimolate da ciascun gioco

Unacartaunadata Scheda Tecnica Alzheimer Storia Eventi Sequenza Tablet Sofia Memoria Giochi Allenamentocognitivo, DYNSEO
Scheda Tecnica Parkinson Movimento Giochi Colorform, DYNSEO
Spremimeningi Scheda Tecnica Alzheimer Linguaggio Proverbi Vocabolario Tablet Sofia Memoria Giochi Allenamentocognitivo, DYNSEO
Scheda Tecnica Parkinson Movimento Giochi Cacciaallintruso, DYNSEO
Bubbles Scheda Tecnica Alzheimer Sequenza Numeri Memoria Tablet Sofia Memoria Giochi Allenamentocognitivo, DYNSEO
Scheda Tecnica Parkinson Movimento Giochi Invasionedelletalpe, DYNSEO

Stimolare la memoria ed essere monitorati a distanza da un coach per l’allenamento della memoria

Avete la possibilità di essere seguiti a distanza da un coach della memoria, che vi fornirà le strategie da attuare in base alle vostre esigenze e alle funzioni cognitive che desiderate migliorare (attenzione, memoria, linguaggio, ecc.).

Il coach vi accompagna a distanza per 1 ora via video. Avrete lo stesso allenatore che vi seguirà sessione dopo sessione. Durante il coaching, utilizzerà le applicazioni ROBERTO e SOFIA, consigliandovi i giochi migliori per il vostro obiettivo e fornendovi le strategie da attuare.

Si raccomanda di effettuare l’allenamento della memoria una volta al trimestre e di eseguire, tra una sessione e l’altra, gli esercizi consigliati sulle applicazioni ROBERTO e SOFIA.

Il coaching dura 1 ora in video e può essere prenotato da :

  • Persone che desiderano un supporto nell’utilizzo dei nostri programmi: allenarsi a casa da soli può essere difficile. Si può perdere la motivazione se non si ha nessuno con cui giocare. A volte un parente può avviare attività di stimolazione cognitiva, ma è necessario avere pazienza e un estraneo può essere più facile.
  • Persone che sono seguite da professionisti della salute ma che svolgono attività anche a casa: tra una seduta e l’altra con il professionista, ci si può allenare a casa. L’allenatore della memoria può consigliarvi i giochi più adatti alle vostre esigenze.
coaching personalizzato_2
  • Persone in attesa di iniziare un trattamento : i tempi di attesa per un appuntamento con un logopedista possono essere molto lunghi. Durante l’attesa, potrete iniziare il training cognitivo ed essere seguiti da uno dei nostri memory coach per eseguire insieme gli esercizi cognitivi.

Se voi o i vostri cari avete problemi cognitivi o fragilità, è importante essere monitorati da un medico o da un operatore sanitario. Il coaching è uno strumento che accompagna l’uso dei programmi di brain training su tablet. Non sostituisce una valutazione logopedica. Se state utilizzando i nostri programmi a causa di una malattia, parlatene con il vostro medico.

icona_tempo

Un appuntamento veloce

icona_casa<br />

Senza uscire di casa

icona_consiglio

Consulenza su misura per le vostre esigenze

Altri articoli che potrebbero interessarvi: