fbpx

Demenza si riferisce ad un problema mentale serio, caratterizzato da un declino irreversibile delle attività del pensiero. Il comportamento di una persona è influenzato da questa malattia, ed è considerato irragionevole e folle.

 

COME SI MANIFESTA SOLITAMENTE LA DEMENZA?

 

Conosciuta anche come senilità, la demenza è caratterizzata da una perdita progressiva di memoria o una rapida regressione delle abilità cognitive. Questa regressione avrà un impatto importante nell’esecuzione di compiti quotidiani. Nella maggior parte dei casi, è associata al morbo di Alzheimer. Un ictus può portare alla demenza vascolare. La demenza vascolare è la seconda forma più comune di demenza.

Le persone che soffrono di questa malattia sono prone a deficienze di vitamine, problemi alla tiroide o problemi di memoria. Hanno difficoltà nella comunicazione, nella concentrazione e nello stare all’erta in ogni situazione. La loro capacità di ragionare è ridotta, come la loro abilità di vedere la morale della favola. La demenza è quindi associata con un disturbo mentale che influisce sul comportamento.

 

QUALI SONO LE CAUSE PIÙ IMPORTANTI DI DEMENZA CHE CONOSCIAMO?

 

La demenza è il risultato del danneggiamento di cellule cerebrali, che impedisce alle cellule ed ai neuroni di connettersi tra loro. Le informazioni non raggiungono più gli organi. I processi di pensiero non funzionano più a dovere e i sentimenti possono diventare incontrollati. Lo stesso vale per un comportamento considerato folle e dubbioso. L’abilità di memorizzare ed il controllo dei movimenti diventano anormali. Le cellule danneggiate non possono più eseguire le loro funzioni a dovere. Nel morbo di Alzheimer, un livello alto di proteine nel cervello limita l’attività cellulare.

Non possono più trasmettere le informazioni tra di loro, dato che non sono più sane. Alcolismo, depressione e mancanza di vitamine sono le cause del danneggiamento di cellule cerebrali. La parte del cervello chiamata ippocampo, il centro della memoria e dell’apprendimento del cervello, e le cellule in questa area, sono spesso i primi ad essere danneggiati.

 

COME RICONOSCERE LA DEMENZA?

Per identificare quest malattia, i dottori esaminano la cartella clinica attentamente. Monitorano inoltre cambiamenti nel comportamento, nelle abitudini e nel modo di pensare. Oltre alla diagnosi, sono eseguiti anche test fisici e di laboratorio. La presenza di questa malattia può essere accertata con queste diagnosi.

Tuttavia, i vari sintomi e cambiamenti mentali non bastano per poter essere precisi sul tipo esatto di demenza. Considerato che ci sono diversi tipi di demenza, i dottori possono diagnosticarla senza dover definire il tipo specifico. In questo caso, è preferibile contattare uno specialista, come uno psichiatra geriatrico o un neurologo.

 

COME CI SI OCCUPA DELLA DEMENZA?

 

Per occuparsi della demenza con successo, è importante conoscere la sua causa. Se si tratta di una demenza progressiva, come il morbo di Alzheimer, non c’è trattamento che possa inibire la sua progressione. Tuttavia, una cura medica con l’utilizzo di medicinali può ridurre l’insorgenza di sintomi.

Altri tipi di demenza sono solitamente curati con gli stessi farmaci utilizzati nelle cure per il morbo di Alzheimer. Altri rimedi non basati su farmaci possono alleviare dei sintomi della demenza.

COME SI PREVIENE LA DEMENZA?

  • Devi preservare il tuo cuore ed il tuo cervello. Non fumare, mantieni un peso stabile, mantieni una pressione sanguigna con buone abitudini, limita zuccheri e colesterolo.
  • Fai attività fisica regolarmente. L’attività fisica ridurrà il rischio di demenza, fornendo ossigeno al cervello.

Adotta abitudini alimentari sane. Una dieta mediterranea che consiste di carne rossa, frutta e verdura, frutta secca, olio di oliva, molluschi e pesce è raccomandata.

[Voti: 0   Media: 0/5]
cosa-la-demenza-dynseo