4.7/5 - (3 votes)

Il contatto con una persona anziana con malattia di Alzheimer

 

Questa malattia prende il nome dalla persona che l’ha scoperta. La malattia di Alzheimer presenta molti sintomi. Si possono distinguere sbalzi d’umore o aggressività. La persona con malattia di Alzheimer ha difficoltà a comunicare. Inoltre, influisce sulla concentrazione e sulla memoria. Per questo motivo queste persone hanno difficoltà a concentrarsi. Come accompagnare una persona con Alzheimer? Come si può entrare in contatto con un anziano affetto da Alzheimer? Ecco sei (6) consigli che potete provare. Spetta a ciascun individuo scegliere l’attività più adatta alla propria situazione.

 

1. Praticare insieme un’attività artistica

L’arteterapia o terapia artistica ha innegabili benefici per i pazienti affetti dalla malattia di Alzheimer. Naturalmente, le attività artistiche aiutano a mantenere il paziente occupato in modo sano. Oltre a favorire la connessione, le attività artistiche promuovono la concentrazione in ogni individuo. È anche un modo per aumentare la propria capacità creativa. Cosa potete fare in concreto?

Potete fare la ceramica o disegnare insieme. È anche possibile iscriversi a un laboratorio di scrittura. Scegliete le attività in base alle preferenze del vostro caro affetto dalla malattia di Alzheimer. Adattate ogni attività al vostro programma. L’attenzione si concentra su attività artistiche facilmente realizzabili. Dovete anche tenere conto della capacità della persona anziana nella vostra scelta.

 

2. Una gita al museo

Nelle grandi città ci sono diversi musei che si possono visitare insieme al malato di Alzheimer. Si crea un legame e si fa del bene alla propria memoria. Naturalmente non potrete visitare tutti i musei della città in un solo giorno. Pianificate una visita a un museo alla volta per assaporare meglio i piaceri di queste uscite culturali. Sono una gradita pausa da un lungo periodo di vita sedentaria. Scegliete il luogo di visita in base ai vostri interessi. Evitare una visita improvvisata al museo. Pianificate attentamente in anticipo. Definire chiaramente l’orario di arrivo e l’orario di visita.

È possibile ricorrere a fornitori specializzati per organizzare visite ai musei per le persone affette dalla malattia di Alzheimer. L’offerta dei fornitori riguarda persone con moderati problemi di memoria. Lavorano in collaborazione con diversi musei partner.

 

3. Fare giardinaggio

Sono molte le cose che si possono fare in un giardino. Oggi parliamo di giardini terapeutici per le persone affette da Alzheimer. La terapia del giardino ha dimostrato la sua validità. Il giardinaggio è utile in ogni fase della malattia. Tuttavia, il giardinaggio deve essere adattato alle esigenze dei malati di Alzheimer. Delimitate l’area di giardinaggio in uno spazio chiuso. Tutti gli elementi di sicurezza devono essere al loro posto, in modo da poter fare giardinaggio in tutta tranquillità.

Non esitate a installare misure di sicurezza per prevenire e ridurre le cadute. A tal fine, è necessario tracciare dei sentieri pianeggianti che possano essere percorsi in qualsiasi momento. Non lasciate nulla in giro che possa far cadere l’anziano. Potete anche creare un orto in giardino con una varietà di piante. Eliminare tutte le specie tossiche o soggette ad allergie.

 

4. Comporre un bouquet di fiori

I fiori e le piante donano allegria e vita a qualsiasi ambiente. Potete realizzare un bouquet di fiori freschi o di fiori di plastica. Per la composizione di ogni bouquet di fiori sono necessari i seguenti materiali. Si tratta di forbici e cesoie. Fornire vasi da fiori, vasi (rustici, preziosi, ciotole o pesciere). Ci sono alcuni principi di base da conoscere prima di iniziare a realizzare un bouquet di fiori. Mescolate specie di fiori e colori diversi. Date all’anziano affetto da Alzheimer la possibilità di scegliere i suoi fiori preferiti. Deve essere un momento di scambio.

I fiori possono provenire dal vostro giardino. In questo caso, è meglio raccoglierli in anticipo. Si possono raccogliere anche la sera, quando fa fresco. Tenete presente che lo scopo della realizzazione di un mazzo di fiori è quello di favorire il legame con il malato di Alzheimer.

 

5. Giocare insieme

È risaputo che i giochi sono una fonte di felicità, perché quando si gioca non si pensa ai problemi della vita quotidiana. Per questo motivo molti anziani si iscrivono a club di gioco (bridge, bingo, ecc.).

Allora perché non unire il divertimento al piacere e proporre nuovi giochi da fare con gli amici e la famiglia.

 

Allenamento cerebrale completo con l’applicazione Sofia

Sofia è un’applicazione adattata alle persone con disturbi cognitivi. Attraverso più di 30 giochi, il giocatore lavora su diverse funzioni cognitive divertendosi. Approfittate della settimana di prova per testare gratuitamente l’applicazione Sofia!

 

6. Fare yoga

Lo yoga è una disciplina che può essere praticata in coppia. I suoi benefici si fanno sentire sia a livello fisico che mentale. I ricercatori hanno studiato la sua azione sulla riduzione dei disturbi cognitivi. Annunciano buone notizie. In effetti, le persone anziane dovrebbero essere interessate allo yoga perché rafforza la memoria e la concentrazione. Lo yoga si riferisce a pratiche fisiche e mentali. La leggenda vuole che questa disciplina abbia un’origine divina. Sempre più praticato nei Paesi occidentali, lo yoga comprende un’ampia gamma di posizioni o posture. A casa, si può iniziare con la “posizione di introduzione”. Questa è la prima posizione raccomandata a tutti i principianti. Ci si siede con le gambe piegate e il collo e la colonna vertebrale dritti.

Oltre allo yoga, è possibile partecipare alla ginnastica dolce. La ginnastica non richiede conoscenze particolari. È accessibile a tutti. Unitevi a un club se volete essere aiutati da un allenatore.

yoga per anziani su sedia yoga per anziani su sedia

7. Camminare

L’utilità di camminare è riconosciuta da tutti. Tonifica i muscoli e mantiene le articolazioni attive. Inoltre, camminare contribuisce al miglioramento delle funzioni cognitive. Suggerite alla persona cara con malattia di Alzheimer di camminare regolarmente. Fate tutto il possibile per evitare le cadute. Da qui l’importanza di scegliere scarpe adatte alla camminata. È necessario prestare attenzione a questi pazienti, poiché le cadute sono frequenti.

È possibile partecipare a un tour giornaliero a piedi della zona. Evitate i percorsi rumorosi e affollati. Optate per una passeggiata regolare all’aria aperta. L’obiettivo è fornire al cervello una migliore ossigenazione. La durata della camminata influenza i risultati. Bisogna camminare per almeno 30 minuti.

camminare per gli anziani

Per andare oltre e accompagnare una persona con Alzheimer

Sofia, un programma di giochi facili e adattati per gli anziani

Con il programma di giochi SOFIA, troverete più di 30 giochi per stimolare i vostri beneficiari e condividere con loro bei momenti.

 

coach-sofia

Il toolbox per l’assistenza domiciliare

Con il toolbox per l’assistenza domiciliare, avete tutti gli strumenti necessari per stimolare i vostri beneficiari in un’unica borsa, con un mix di attività fisiche e digitali. I vostri assistenti sono felici di avere una cassetta degli attrezzi completa!

Toolbox assistenti - 300 - Dynseo

3 MESI

  • Monitoraggio a distanza
  • Novità
  • Assistenza clienti
  • Nessun rinnovo automatico

15 EURO

1 ANNO

  • Monitoraggio a distanza
  • Novità
  • Assistenza clienti
  • Nessun rinnovo automatico

50 EURO

1 ORA DI COACHING

  • 1 ora di coaching individuale
  • Raccomandazioni, consigli e strategie pratiche

40 EURO

TABLET + GIOCHI

  • Samsung Galaxy Tab A8  10.5, 32 GB
  • Custodia in pelle
  • Sofia – 1 anno incluso
  • Consegna


299 EURO

Negozio Dynseo Giochi Di Memoria

Altri articoli che potrebbero interessarvi: