Calmare un bambino autistico

Rate this post

I genitori di bambini autistici hanno difficoltà ad accettare la condizione della loro prole. A questo si aggiungono le difficoltà create da ogni crisi. Impara a calmare tuo figlio in caso di crisi. Consigli su come procedere con delicatezza.

 

1. Mantieni la calma per cercare di calmare l’altra persona

 

Se non riesci a controllarti in caso di crisi, sarà difficile calmare tuo figlio. Quindi cosa possiamo fare?

 

Evita di gridare

È fondamentale che i genitori non permettano ai bambini autistici di imitare comportamenti inappropriati. Questo sottolinea l’importanza che i genitori lavorino costantemente sul proprio comportamento e sulla regolazione emotiva. Uno dei passi fondamentali di questo processo è mantenere la calma, anche di fronte a situazioni difficili o di crisi. Reagire con rabbia o frustrazione può esacerbare la situazione e peggiorare il disagio del bambino. Invece, i genitori possono utilizzare tecniche come gli esercizi di respirazione per aiutarli a gestire le emozioni in modo efficace. Tre respiri profondi, ad esempio, ti permettono di fare una pausa e di rilasciare la tensione. In quanto primi modelli di comportamento per i figli, i genitori devono mostrare compostezza e autocontrollo. Dando l’esempio di un comportamento calmo e composto, i genitori possono insegnare efficacemente ai loro figli come regolare le proprie emozioni e reazioni. È attraverso queste azioni che i genitori possono dare un esempio positivo ai loro figli e coltivare un ambiente favorevole alla loro crescita e al loro sviluppo emotivo.

 

Adotta tecniche delicate

È fondamentale che i genitori impediscano ai bambini autistici di imitare comportamenti inappropriati. Questo sottolinea la necessità che i genitori si concentrino sul proprio comportamento e sulla gestione delle proprie emozioni. Uno degli aspetti fondamentali di questa attività è mantenere la calma, soprattutto in circostanze difficili o in caso di crisi. Reagire con rabbia o frustrazione può solo esacerbare la situazione, aumentando il disagio del bambino. Al contrario, i genitori possono adottare strategie come la pratica di esercizi di respirazione per gestire le proprie emozioni in modo efficace. Semplici tecniche, come tre respiri profondi, possono offrire un momento di tregua e alleviare la tensione.

Dato il loro ruolo di primi modelli, i genitori devono dimostrare costantemente compostezza e autocontrollo. Dimostrando un comportamento calmo e raccolto, i genitori possono infondere efficacemente queste qualità nei loro figli e insegnare loro lezioni preziose sulla regolazione delle emozioni. Attraverso queste azioni deliberate, i genitori non solo danno un esempio positivo, ma coltivano anche un ambiente favorevole al benessere emotivo e allo sviluppo dei loro figli. È attraverso questi sforzi intenzionali che i genitori possono svolgere un ruolo essenziale nello sviluppo emotivo dei loro figli e nel mantenimento di una dinamica familiare armoniosa.

 

2. Sostenere i bambini con autismo

 

L’obiettivo principale è identificare la causa principale della crisi vissuta da tuo figlio con disturbo dello spettro autistico. Mantenendo la mente lucida e calma, potrai affrontare rapidamente la situazione e calmare il tuo bambino in modo efficace. Comprendere i fattori scatenanti di una crisi permette di mettere in atto strategie di de-escalation e di supporto adeguate. Adottare un approccio proattivo alla gestione dei comportamenti problematici è essenziale per promuovere il benessere di tuo figlio e favorire un senso di sicurezza e stabilità all’interno della dinamica familiare.

 

È in opposizione

È importante riconoscere che l’opposizione è una parte naturale dello sviluppo di ogni bambino, compresi quelli con autismo. In queste situazioni, è fondamentale non farsi coinvolgere in lotte di potere. Invece, prenditi il tempo di osservare e capire il bambino autistico per determinare la migliore linea d’azione. Come si manifesta la loro opposizione? Pur evitando i conflitti, è importante apprezzare le qualità uniche di tuo figlio. Tieni presente che le persone con autismo potrebbero aver bisogno di più tempo e maturità per afferrare alcuni concetti. Nonostante le potenziali difficoltà, i genitori dovrebbero lodare i figli quando seguono le istruzioni e adottano i comportamenti desiderati, anche se può sembrare che non stiano ascoltando.

A volte è difficile da accettare. Una comunicazione aperta e la pazienza sono fondamentali per costruire un rapporto forte e di fiducia con tuo figlio. Cercando costantemente di capire e sostenere tuo figlio, puoi favorire un ambiente positivo per la sua crescita e il suo sviluppo.

 

Parlare con il bambino

È fondamentale riconoscere che l’opposizione è una parte normale dello sviluppo di ogni bambino, compresi quelli con autismo. In questo caso, è fondamentale non farsi coinvolgere in lotte di potere. Invece, è necessario prendersi il tempo necessario per osservare e capire il bambino autistico al fine di discernere l’approccio migliore. Come esprimono la loro opposizione? Pur evitando i conflitti, è importante riconoscere e apprezzare le qualità uniche di tuo figlio.

Tieni presente che le persone affette da autismo potrebbero aver bisogno di più tempo e maturità per comprendere alcuni concetti. Nonostante le potenziali difficoltà, i genitori dovrebbero lodare i loro figli quando mostrano obbedienza e adottano il comportamento desiderato, anche se sembrano ignorare le istruzioni. A volte è difficile accettarlo.

Mantenere aperte le linee di comunicazione ed esercitare la pazienza sono elementi essenziali per stabilire un autentico rapporto di fiducia con tuo figlio. link per saperne di più sui metodi di comunicazione da utilizzare con un bambino autistico. Facendo uno sforzo costante per capire e sostenere tuo figlio, puoi creare un ambiente positivo per la sua crescita e il suo sviluppo.

 

3. Cosa si può fare fisicamente per calmare un bambino autistico?

 

Una coccola, un massaggio, un’attività di gioco… Sono tante le cose che i genitori possono fare per calmare un bambino autistico in crisi.

 

Fagli un massaggio per calmarlo

Un massaggio ben eseguito può dare risultati impressionanti. Aiuta ad alleviare la tensione muscolare causata dall’eccesso di stress. Agire nel modo migliore possibile garantisce risultati di successo. Serve anche come strumento di comunicazione con il tuo bambino autistico. Ecco un esempio di come trattare questo massaggio:

  • – In una stanza tranquilla, inizia a massaggiarle delicatamente le spalle;
  • Si consiglia inoltre di massaggiare le tempie e la fronte per favorire il rilassamento;
  • È possibile esercitare una piccola pressione sui piedi del bambino;
  • Assicurati che il tuo bambino sia in una posizione che favorisca il rilassamento, che sia sdraiato o seduto;
  • Evita movimenti bruschi e colpi violenti; il massaggio deve essere indolore.

Se praticato in modo efficace, il massaggio può dare risultati impressionanti, soprattutto per alleviare la tensione muscolare indotta da uno stress eccessivo. È uno strumento prezioso per comunicare con i bambini autistici, favorendo la connessione e il rilassamento. Per iniziare, crea un ambiente sereno in una stanza tranquilla e inizia il massaggio con delicatezza, partendo dalle spalle. Massaggiare le tempie e la fronte favorisce il rilassamento. Anche applicare una leggera pressione sui piedi può essere utile. Assicurati che il bambino sia in una posizione comoda, sdraiato o seduto, per rilassarsi. Il massaggio deve essere delicato e indolore, volto a promuovere un senso di calma e benessere nel bambino.

 

Attività divertenti per aiutarla ad affrontare le crisi

Gli specialisti riconoscono l’importanza di offrire una gamma variegata di attività e giochi per aiutare i bambini autistici a gestire le loro emozioni in modo efficace. Tra queste attività, la musicoterapia sembra essere uno strumento prezioso. La musica è un modo per i bambini di esplorare e scoprire le emozioni, fornendo un mezzo di espressione che trascende le barriere linguistiche. Impegnandosi con la musica, i bambini autistici possono imparare a identificare e comprendere le emozioni in un modo che potrebbe risultare difficile con la sola comunicazione verbale.

Oltre alla musicoterapia, gli esperti hanno sviluppato una serie di giochi specifici adattati alle particolari esigenze dei bambini autistici. Questi giochi sono pensati per offrire opportunità strutturate di esplorare ed esprimere le emozioni, favorendo l’intelligenza emotiva e le capacità di regolazione. Inoltre, gli specialisti raccomandano spesso di incorporare piccoli esercizi di yoga nella routine del bambino. Lo yoga offre un approccio olistico alla gestione delle emozioni, promuovendo il rilassamento, la consapevolezza e la coscienza del corpo.

Un’altra tecnica promettente approvata dagli esperti è la coerenza cardiaca, che ha mostrato risultati promettenti nel promuovere il benessere emotivo nelle persone affette da autismo. Questa tecnica prevede esercizi di respirazione ritmici che hanno lo scopo di sincronizzare la variabilità della frequenza cardiaca, aumentando così la calma e la stabilità emotiva.

Inoltre, nell’era digitale, esistono diverse attività e applicazioni, come ad esempio il COCO, appositamente studiato per aiutare i bambini con disturbi dello spettro autistico a gestire le proprie emozioni. Queste risorse offrono esperienze interattive e coinvolgenti progettate per incoraggiare la regolazione e lo sviluppo emotivo in modo accessibile e divertente per i bambini con autismo. Integrando queste attività e applicazioni nella routine del bambino, i genitori e gli assistenti possono fornire un valido supporto al loro bambino, aiutandolo a gestire in modo efficace la complessità delle emozioni.

Scopri l’applicazione COCO PENSA e COCO MUOVE

Un’applicazione educativa e sportiva per tutti i bambini

 

L’applicazione COCO PENSA e COCO MUOVE è un programma educativo su tablet e smartphone pensato per i bambini dai 5 ai 10 anni.

Con oltre 30 giochi educativi, i bambini possono esercitare tutte le funzioni cognitive che imparano a scuola, come la logica, il pensiero e la pianificazione, ampliando il loro vocabolario, ripassando la matematica e imparando le favole di La Fontaine, per esempio.

L’APP EDUCATIVA E SPORTIVA

L’applicazione COCO impone una pausa sportiva ogni 15 minuti di schermo. Questo permette loro di spendere le energie e di essere più concentrati!

 

Si noti che è anche possibile utilizzare l’applicazione solo con le attività sportive, per adattare i giochi al bambino. Personalizzate la loro esperienza e insegnate loro a concentrarsi.

sport-break-bambini-divertimento-app-tablet

4. Riflessi per evitare

Un buon comportamento è essenziale per gestire le crisi nei bambini con autismo. Cosa devo evitare di fare?

 

Non rimproverarlo

È fondamentale che i genitori affrontino direttamente i comportamenti scorretti o gli atteggiamenti inappropriati quando hanno a che fare con un bambino nello spettro autistico. Invece di prestare attenzione ai comportamenti negativi, concentrati sul rinforzo dei comportamenti positivi lodandoli e incoraggiandoli. Evita di urlare o rimproverare ripetutamente, perché questo potrebbe esacerbare la situazione e rendere il bambino ancora più angosciato. La coerenza e la chiarezza sono essenziali quando si tratta di stabilire limiti e aspettative. Piuttosto che concentrarti su cosa non fare, ridirigi le tue energie per rafforzare i comportamenti desiderabili e fornire consigli chiari. Questo approccio positivo crea un ambiente favorevole e costruttivo per lo sviluppo e il benessere del bambino.

È importante riconoscere che i rimproveri o le punizioni severe sono inefficaci per ottenere un cambiamento significativo in un bambino autistico. Le misure punitive spesso non riescono ad affrontare le cause alla base dei problemi comportamentali e possono addirittura esacerbare le tendenze aggressive. Invece di ricorrere esclusivamente alla punizione, dovremmo cercare di capire cosa scatena il comportamento del bambino e mettere in atto strategie proattive per soddisfare le sue esigenze. Sebbene la disciplina abbia il suo posto nell’educazione dei bambini, deve essere applicata con giudizio e in un contesto che incoraggi l’apprendimento e la crescita. Adottando una mentalità più empatica e orientata alla soluzione, i genitori possono sostenere meglio lo sviluppo del bambino e incoraggiare risultati comportamentali positivi.

 

Comportamenti da evitare con un bambino autistico

Quando un bambino con disturbo dello spettro autistico si comporta male o assume atteggiamenti inappropriati, è essenziale che i genitori lo affrontino in modo rapido e appropriato. Piuttosto che concentrarci sui comportamenti negativi, dobbiamo concentrarci sul rinforzo dei comportamenti positivi. Rimproverare o sgridare continuamente tuo figlio non farà altro che esacerbare la situazione e rischierà di peggiorare il suo disagio. È fondamentale mantenere un approccio coerente e fermo, stabilendo limiti e aspettative di comportamento chiari.

Incoraggiare il rinforzo positivo e le lodi per le azioni desiderabili, enfatizzare un approccio costruttivo e di supporto alla disciplina, evitare scontri inutili e reindirizzare l’attenzione verso interazioni positive può aiutare a favorire un ambiente armonioso e promuovere il benessere emotivo e lo sviluppo dei bambini.

E PER MAGGIORI INFORMAZIONI

COCO, PER BAMBINI AUTISTICI

 

COCO è un programma adattato ai bambini autistici che offre una raccolta di giochi educativi e cognitivi. Livelli di difficoltà crescenti permettono ai bambini di progredire al proprio ritmo. È inoltre fondamentale fare una pausa sportiva ogni 15 minuti di schermo per evitare la dipendenza.

ACCOMPAGNARE UN BAMBINO AUTISTICO

In questa guida ti daremo consigli pratici su come aiutare un bambino con autismo e su come stimolarlo e creare un legame con lui. Consigli utili e quotidiani per facilitare la vita di chi assiste familiari e professionisti.

ROBERTO, PER GLI ADULTI AUTISTICI

Adattato agli adulti con autismo, il programma ROBERTO offre una serie di giochi per sviluppare le conoscenze, migliorare la concentrazione e rafforzare le capacità mentali. ROBERTO è stato progettato per essere accessibile a tutti, pur mantenendo un occhio di riguardo per la salute mentale.

SOSTENERE UN ADULTO CON AUTISMO

In questa guida ti diamo consigli pratici su come sostenere, stimolare e creare un legame con un adulto con autismo. Consigli utili e quotidiani per facilitare la vita di chi assiste familiari e professionisti. Esercizi per lavorare su tutti gli aspetti.

Altri articoli che potrebbero interessarvi: