Incoraggiare la comunicazione con un bambino autistico

Rate this post
La comunicazione è l’atto di scambiare un messaggio, di solito tra due persone, a voce o in altro modo, e inizia fin dall’inizio della vita. Nelle prime fasi della comunicazione, possiamo piangere o balbettare per calmarci o per reagire a qualcosa di spiacevole o eccitante.

Per molti bambini con autismo, la comunicazione e il linguaggio possono svilupparsi in modo diverso o più lentamente. La maggior parte di loro ha anche difficoltà a capire che la comunicazione è usata in tandem con gli altri e serve a trasmettere un messaggio. Inoltre, alcuni bambini con disturbo dello spettro autistico (ASD) possono sviluppare il linguaggio, ma hanno difficoltà a capire come usare correttamente la comunicazione e quindi hanno bisogno di imparare in modo specifico il significato delle loro parole e azioni. Il modo in cui i bambini imparano a comunicare influisce su altre aree dello sviluppo, tra cui l’apprendimento e il comportamento. Esistono modi per sostenere la comunicazione con un bambino autistico promuovendo lo sviluppo del linguaggio.

 

Come si incoraggia la comunicazione con un bambino autistico?

Ecco alcune strategie che possono aiutare a favorire la comunicazione:

 

1. Determina il livello di comunicazione di tuo figlio

È importante conoscere l’attuale livello di comunicazione del bambino e procedere lentamente verso l’obiettivo finale. Andare troppo veloce e saltare i passaggi può creare frustrazione, disperazione o comportamenti indesiderati.

 

2. Mantenere la semplicità

L’uso di un linguaggio troppo complicato o di troppe parole può rendere più difficile la comprensione e l’apprendimento. Iniziate un po’ più in alto di quanto il bambino sia attualmente in grado di fare e procedete lentamente.

 

3. Utilizza gli interessi di tuo figlio

La motivazione è una parte essenziale della comunicazione e può essere utile per insegnare al bambino a chiedere qualcosa, a fare domande o commenti.

 

4. Dai a tuo figlio l’opportunità e il tempo di comunicare o reagire.

I bambini imparano a comunicare quando hanno bisogno di qualcosa. Per questo motivo è importante creare delle opportunità che permettano loro di richiedere gli oggetti o le attività, mettendoli a portata di mano ma a portata di mano. Dare porzioni di cibo o pezzi di giocattoli per creare opportunità di ripetizione e dare loro il tempo di formulare una risposta.

 

5. Comunicare con i gesti

I bambini possono imparare a raggiungere o indicare ciò che desiderano. I bambini possono anche imparare che spesso si è attratti da questo prodotto o attività essendo attratti da ciò che loro vogliono. Questi gesti possono essere insegnati singolarmente o come una catena di comportamenti per promuovere la persistenza di un’intenzione comunicativa.

 

6. Testare gli strumenti digitali

I bambini con autismo possono imparare a comunicare utilizzando la tecnologia, compreso un sistema di comunicazione alternativo come l’applicazione per tablet “My Dico”. Questa applicazione li aiuterà a migliorare le loro capacità di comunicazione, a imparare a indicare i loro desideri e bisogni, attraverso parole e immagini esplicite. È possibile personalizzare la libreria scattando foto di tutti gli elementi utili alla comunicazione: possono essere i membri della famiglia, gli oggetti di uso quotidiano, le stanze della casa, ecc.

Le applicazioni COCO PENSA e COCO MUOVE e Mon Dico possono essere un ottimo modo per comunicare con il tuo bambino, aiutandolo a imparare. I giochi sono adattati, con difficoltà adattate. Spesso, attraverso il gioco, si facilita la comunicazione. Dimentichiamo i problemi della vita quotidiana e ci divertiamo.

Il mio dizionario

mon dico a table tablettes dizionario disturbi della comunicazione deglutizione lingua pronuncia

COCO PENSA e COCO SI MUOVE

cocoetcocosport-coco-app-bambini-educativi-educativi-bambini-ludici-culturali-giochi-applicazione-gioco-cerebrale-tablet-smartphone-

E PER MAGGIORI INFORMAZIONI

COCO, PER BAMBINI AUTISTICI

 

COCO è un programma adattato ai bambini autistici che offre una raccolta di giochi educativi e cognitivi. Livelli di difficoltà crescenti permettono ai bambini di progredire al proprio ritmo. È inoltre fondamentale fare una pausa sportiva ogni 15 minuti di schermo per evitare la dipendenza.

ACCOMPAGNARE UN BAMBINO AUTISTICO

In questa guida ti daremo consigli pratici su come aiutare un bambino con autismo e su come stimolarlo e creare un legame con lui. Consigli utili e quotidiani per facilitare la vita di chi assiste familiari e professionisti.

ROBERTO, PER GLI ADULTI AUTISTICI

Adattato agli adulti con autismo, il programma ROBERTO offre una serie di giochi per sviluppare le conoscenze, migliorare la concentrazione e rafforzare le capacità mentali. ROBERTO è stato progettato per essere accessibile a tutti, pur mantenendo un occhio di riguardo per la salute mentale.

SOSTENERE UN ADULTO CON AUTISMO

In questa guida ti diamo consigli pratici su come sostenere, stimolare e creare un legame con un adulto con autismo. Consigli utili e quotidiani per facilitare la vita di chi assiste familiari e professionisti. Esercizi per lavorare su tutti gli aspetti.

Altri articoli che potrebbero interessarvi: