Seleziona una pagina
4.9/5 - (20 votes)

Il Parkinson è una malattia neurodegenerativa le cui cause sono ancora sconosciute. I sintomi principali si manifestano a livello motorio attraverso tremori, debolezza o lentezza nei movimenti. Ma possiamo associarvi anche i disturbi del sonno, la depressione o, nei casi più gravi, dei deterioramenti cognitivi.

 

Dynseo e la sua squadra si impegnano molto nell’aiutare le persone affette da Parkinson. Ecco perché abbiamo sviluppato diverse applicazioni che possono essere utilizzate per la stimolazione motoria e cognitiva di una persona colpita da Parkinson.

 

Lo sapevate? In Italia, ci sono circa 6.000 casi di Parkinson ogni anno.

LA BIGLIA CHE GIRA, LA PROPOSTA DI DYNSEO

tabella-riassuntiva-parkinson-sofia-motricità-giochi

FORME DI PARKINSON

Collaborare con una persona affetta da Parkinson è possibile tramite delle attività adattate ai suoi bisogni. Il Parkinson è una malattia neurodegenerativa che causa delle difficoltà a livello motorio ma la persona, con una stimolazione mirata, può essere rieducata e si può così rallentare il deterioramento associato alla malattia. I disturbi della motricità sono spesso asimmetrici, cioè in una sola parte del corpo e possono colpire diverse zone del corpo (gambe, braccia, mani…). Questi disturbi possono apparire in diversi momenti della giornata e con una durata ed un’intensità diverse.

Il tipo di attività dipende quindi dal disturbo presente e dalla gravità della malattia. La biglia che gira può essere utilizzata con tutte le persone affette da Parkinson e può essere adattata ad ogni situazione.

Stadio 1

In questo stadio, si iniziano a vedere i primi sintomi della malattia: lentezza nei movimenti, rigidità e tremori. Questi sintomi non influenzano necessariamente la vita quotidiana della persona.

resistence au vent_fiche-technique-tableaux resumé_article-parkinson-edith-billequiroule-accompagnement-aidants-seniors-dynseo-fonction-cognitive-cérébral
Resistenza al vento

Mantenete la mongolfiera nel centro dello schermo, facendo attenzione al vento.

Grazie a questo gioco, potete stimolare il controllo del movimento sotto forme diverse.

Il vento può arrivare da sinistra o da destra: la persona deve adattare l’inclinazione del tablet in funzione della direzione del vento indicata dalle linee bianche. La comparsa del vento è aleatoria e ciò comporta un continuo adattamento del movimento.

Inoltre, il vento non è continuo, quindi la persona deve capire la differenza tra la posizione di riposo (mantenere la stabilità) e la posizione di azione (modulazione del tono muscolare per resistere al vento).
passage de cercle-fiche-technique-tableaux resumé_article-parkinson-edith-billequiroule-accompagnement-aidants-seniors-dynseo-fonction-cognitive-cérébral
Passaggio nei cerchi

Fate passare la biglia attraverso i cerchi.

Con questo gioco, stimolate la motricità fine nonché le capacità visive.

In un primo momento, la persona deve utilizzare la propria scansione visiva per individuare la posizione del cerchio e l’abilità visuo-spaziale per immaginare la traiettoria che la biglia deve fare per raggiungere il cerchio.

In un secondo momento, la persona deve utilizzare le competenze bimanuali per inclinare il tablet e far muovere la biglia. È importante coordinare le due mani perché un’inclinazione sbilanciata può dare une direzione imprecisa.

Infine, una volta raggiunto il cerchio, appare un altro cerchio e l’esercizio riprende. Stimolate dunque la modulazione del tono muscolare perché la biglia deve cambiare direzione rapidamente e quindi l’inclinazione del tablet deve essere adattata.

Stadio 2

Questo stadio è chiamato “luna di miele” perché i sintomi sono più lievi, quasi inesistenti, come se ci fosse stata una regressione della malattia. Tuttavia, questo stadio è temporaneo ed i sintomi appariranno. Potete approfittare di questo stadio per continuare a stimolare la motricità e per imparare a controllare meglio i movimenti nel futuro.

suivi de la ligne-fiche-technique-tableaux resumé_article-parkinson-edith-billequiroule-accompagnement-aidants-seniors-dynseo-fonction-cognitive-cérébral
Segui la linea

 Seguite la linea con la biglia.

In questo gioco, potete selezionare delle linee dritte (da sinistra a destra e viceversa, dall’alto verso il basso e viceversa o ancora in diagonale) o un percorso misto dove ci saranno quindi tutte le direzioni.

Grazie a questo gioco, stimolate la percezione visiva perché la persona deve individuare tutto il percorso della linea e la posizione della biglia.

Stimolate anche il controllo del movimento e la regolazione del tono muscolare perché la biglia non solo deve raggiungere un obiettivo finale, ma deve anche seguire esattamente il percorso tracciato. L’adattamento del movimento è quindi fondamentale.

L’adattamento non è solo nella direzione, ma anche nella velocità da dare alla biglia. Nei segmenti dritti, la persona può inclinare di più il tablet e dare così una velocità più importante, ma, avvicinandosi al cambiamento di direzione, deve ridurre la velocità per gestire meglio il movimento.

remonté-fiche-technique-tableaux resumé_article-parkinson-edith-billequiroule-accompagnement-aidants-seniors-dynseo-fonction-cognitive-cérébral
Sfida la corrente

 Sfidate la corrente e segnate più goal possibili.

Grazie a questo gioco, potete stimolare diverse funzioni cognitive.

Per prima, stimolate l’abilità visuo-spaziale perché la persona deve immaginare la traiettoria che il pallone deve fare per raggiungere la rete senza colpire gli ostacoli.

Per far muovere il pallone, stimolate le competenze bimanuali, ma anche il tono muscolare perché nell’acqua c’è la corrente (rappresentata dalle linee bianche) che respinge il pallone. La “forza” da mettere nell’inclinazione del tablet deve essere proporzionale alla forza della corrente.

La presenza della corrente rende il gioco utile in situazione di bradicinesia perché se la persona non riesce ad adattare rapidamente l’inclinazione e la forza, il pallone sarà respinto indietro.

Infine, stimolate l’attenzione perché la persona deve concentrarsi sulla traiettoria per raggiungere la rete, sugli ostacoli e sulla forza della corrente allo stesso tempo.

Stadio 3

In questo stadio, è presente una ricomparsa dei sintomi che possono manifestarsi attraverso un rallentamento del movimento o la presenza di movimenti involontari. In questo stadio, è presente una “fluttuazione motoria” quindi i sintomi possono alternarsi e apparire in diversi momenti della giornata.

Suivi de cercle-fiche-technique-tableaux resumé_article-parkinson-edith-billequiroule-accompagnement-aidants-seniors-dynseo-fonction-cognitive-cérébral
Segui il cerchio

Mantenete la biglia al centro del cerchio in movimento.

Questo gioco è molto utile a questo stadio perché può essere utilizzato a prescindere dai sintomi.

Se la persona presenta una lentezza nel movimento, non riuscirà a seguire il cerchio. Dovrà dunque trovare una strategia per rendere il movimento più efficace e quindi più rapido.

Se la persona effettua movimenti involontari, farà uscire la biglia dal cerchio. Dovrà quindi arrivare a controllare questi movimenti e cercare delle strategie per ritrovare rapidamente l’equilibrio. Questa stimolazione è ugualmente efficace se la persona presenta dei tremori.

Inoltre, il cerchio cambia direzione in modo aleatorio, quindi stimolate anche l’attenzione ed i riflessi.

 

balle au centre-fiche-technique-tableaux resumé_article-parkinson-edith-billequiroule-accompagnement-aidants-seniors-dynseo-fonction-cognitive-cérébral
Palla al centro

Mantenete la biglia al centro dello schermo.

In mezzo allo schermo è presente un punto nero, di conseguenza se la biglia si muove, la persona avrà un punto di riferimento per ritrovare la posizione giusta. Potete quindi lavorare sull’utilizzo del feedback per modificare il movimento.

Questo gioco è molto utile in caso di movimenti involontari o tremori perché l’obiettivo è di mantenere il tablet stabile e quindi provare a limitare i movimenti.

Nonostante l’obiettivo sia di mantenere il tablet stabile, le mani faranno comunque piccoli movimenti. Stimolate quindi la modulazione e la regolazione del tono muscolare.

LA BIGLIA CHE GIRA È QUINDI UN SUPER SUPPORTO PER LE PERSONE AFFETTE DA PARKINSON

SUIVI DE LIGNE -fiche-technique-tableaux resumé_article-parkinson-edith-billequiroule-accompagnement-aidants-seniors-dynseo-fonction-cognitive-cérébral

SEGUI LA LINEA

 Potete scegliere diversi percorsi che bisogna seguire con la biglia.

BALLE AU CENTRE -fiche-technique-tableaux resumé_article-parkinson-edith-billequiroule-accompagnement-aidants-seniors-dynseo-fonction-cognitive-cérébral

PALLA AL CENTRO

 L’obiettivo del gioco è di mantenere la biglia al centro dello schermo per un tempo stabilito.

SUIVI DE CERCLE BILLE

SEGUI IL CERCHIO

Bisogna mantenere la biglia all’interno del cerchio in movimento.

PASSAGE DE CERCLES BALLE AU CENTRE -fiche-technique-tableaux resumé_article-parkinson-edith-billequiroule-accompagnement-aidants-seniors-dynseo-fonction-cognitive-cérébral

PASSAGGIO NEI CERCHI

Bisogna far passare la biglia attraverso i cerchi che compaiono sullo schermo.

resistence au vent_tablette -fiche-technique-tableaux resumé_article-parkinson-edith-billequiroule-accompagnement-aidants-seniors-dynseo-fonction-cognitive-cérébral

RESISTENZA AL VENTO

Lo scopo è di restare il più a lungo possibile nella zona centrale.

Bille Qui Roule Boite A Outils Aide A Domicile Dynseo Senior Auxiliaire De Vie Motricite Fine Coordination Avc Dynseo Boite A Outils Handicap Statistiques Bouee

SFIDA LA CORRENTE

Bisogna segnare dei goal il più velocemente possibile evitando gli ostacoli.

Man
Privato

Fino a 3 profili

50 €

Doctor

Professionista sanitario

Profili illimitati

60 € tasse escluse

Stadio 4

In questo stadio, la neuro degenerazione si estende in altre aree del cervello provocando nuovi sintomi come i disturbi cognitivi. Tra i disturbi cognitivi, possiamo avere disturbi della percezione visiva, dell’organizzazione o ancora un rallentamento del pensiero.

Potete continuare ad utilizzare l’applicazione La biglia che gira per i sintomi legati alla motricità, ma potete anche utilizzare l’applicazione Sofia per la stimolazione delle funzioni cognitive.

SOFIA, IL COACH DI MEMORIA

Dynseo ha sviluppato l’applicazione Sofia per aiutare i professionisti sanitari o i privati nella stimolazione delle funzioni cognitive. Con più di 30 giochi facili e adattati, Sofia può essere utilizzata in ogni situazione grazie a 3 livelli di difficoltà diversi che permettono di personalizzare l’attività.

Sofia può quindi essere utilizzata con le persone affette da Parkinson quando sono presenti disturbi cognitivi. Alcuni giochi possono anche essere utilizzati per lavorare sui disturbi legati alla motricità tipici del Parkinson.

grafico-giochi-cognitivi-parkinson-sofia

Rallentamento del pensiero

 

Nel Parkinson, la lentezza non si manifesta solo a livello della motricità, ma può anche colpire il pensiero. Per migliorare questa funzione, potete fare delle attività che stimolano l’attivazione neuronale, cioè attività che trasmettono diversi stimoli e che richiedono una risposta rapida del cervello.

colorform-forme-colori-attenzione-tablet-sofia-anziani-giochi-memoria-stimolazionecognitiva-allenamentocerebrale

Colorform

 

Trovate la forma o il colore secondo il modello.

Questo gioco richiede una ricerca rapida per ritrovare la forma o il colore corretti. La persona deve quindi utilizzare le proprie capacità visive per individuare le caratteristiche di ogni oggetto, poi la coordinazione oculo-manuale per cliccare sulla risposta giusta.

Nel livello facile, potete stimolare il tempo di risposta perché la richiesta resta fissa (ad esempio, bisogna sempre cercare il colore). La persona può dunque concentrarsi solo sull’attività e lavorare sull’attivazione della risposta.

Nei livelli medio e difficile, potete stimolare la rapidità nel cambiamento di schemi mentali. In questi livelli, l’obiettivo può cambiare ad ogni turno (10 turni per partita). La persona deve dunque prestare attenzione alla richiesta, ad esempio se deve cercare il colore, deve attivare il concetto di “colore”, ma se in seguito deve cercare la forma, deve inibire il concetto di “colore” e attivare il concetto di “forma”.

giochi-cognitivi-tablet-sofia-cacciaallintruso

Caccia all’intruso

 

Trovate l’intruso tra le proposte.

La persona deve leggere le quattro proposte e cercare il legame fra tre di queste per trovare l’intruso.

Leggendo le parole proposte, la persona deve accedere alla propria memoria semantica rapidamente per dare un significato alle parole.

In seguito, deve fare diverse associazioni logiche tra le parole per trovare il legame.

Inoltre, una volta trovato il punto comune, la persona deve comunque analizzare la quarta parola per assicurarsi che non rientri nella stessa categoria delle altre.

Il pensiero è quindi stimolato sotto forme diverse e, per trovare e ricordare tutte le informazioni, stimolate la velocità di trattamento delle informazioni.

Capacità visive

 

Nel Parkinson, la persona può avere difficoltà nella percezione visiva. Può anche avere disturbi dell’asse del corpo che impediscono di avere una giusta percezione di sé nello spazio. I due disturbi possono essere legati e generare difficoltà di orientamento perché la persona non riesce a percepire il proprio movimento nello spazio né a trovare punti di riferimento esterni.

cascatainfernale-attenzione-sequenza-simboli-tablet-sofia-anziani-giochi-memoria-stimolazionecognitiva-allenamentocerebrale

Cascata infernale

 

Trovate le differenze tra la sequenza proposta ed il modello.

Grazie a questo gioco, stimolate le diverse capacità visive.

In un primo momento, stimolate la percezione visiva perché la persona deve analizzare i simboli presentati per trovare le differenze. I simboli presenti non hanno significati precisi quindi la persona deve analizzarli attentamente per effettuare l’attività.

In questo modo, stimolate la percezione e l’analisi visiva di nuovi oggetti, indispensabili per orientarsi in posti nuovi.

Stimolate anche la saccade, ossia il movimento rapido dell’occhio da uno stimolo all’altro. Questo movimento è indispensabile per una percezione visiva corretta e per avere punti di riferimento.

Sofiasuglisci-percorso-logica-tablet-sofia-anziani-giochi-memoria-stimolazionecognitiva-allenamentocerebrale

Sofia sugli sci

 

Fate spostare Sofia per riportarla al suo chalet.

Grazie a questo gioco, stimolate la percezione visiva perché la persona deve trovare Sofia, lo chalet e gli ostacoli presenti sulla mappa.

Stimolate la creazione di immagini mentali perché la persona deve immaginare la traiettoria di ogni movimento per trovare la direzione giusta.

Per trovare il percorso più rapido, stimolate anche la pianificazione.

Trovare un percorso o ancora creare immagini mentali dei luoghi e dello spostamento stimolano le capacità di orientamento.

Stimolate la motricità fine perché la persona deve cliccare sulla freccia giusta per far spostare Sofia.

Organizzazione

 

In questo stadio più grave del Parkinson, si possono vedere difficoltà organizzative. Questo disturbo può essere influenzato dalla lentezza di pensiero e di movimento. La persona non riesce quindi a coordinare il proprio pensiero ed i propri gesti che diventano disorganizzati. Le difficoltà di organizzazione possono manifestarsi anche nell’organizzazione di un’attività o di affari personali.

Parking Encombre Tablette

Parcheggio ingombrato

 

Spostate le macchine per far uscire la macchina gialla dal parcheggio.

Grazie a questo gioco, potete stimolare diverse competenze necessarie per una corretta organizzazione.

 

La persona deve utilizzare le proprie competenze di percezione visiva per analizzare la posizione delle macchine, la loro dimensione e lo spazio che hanno per spostarsi. In seguito, deve creare immagini mentali per immaginare i possibili movimenti delle macchine e le loro conseguenze.

Inoltre, per risolvere questo gioco e trovare la sequenza giusta per far uscire la macchina gialla, stimolate anche la logica e la pianificazione.

Infine, per spostare le macchine, la persona deve trascinare il dito sullo schermo, stimolate quindi la motricità fine.

nonnacucina-ricette-Roberto-giochi-cognitivi-allenamentocerebrale-tablet-stimolazione-cervello-adulti-anziani

Nonna cucina

 

Memorizzate la procedura o gli ingredienti delle ricette proposte.

Grazie a questo gioco, potete stimolare l’organizzazione di un’attività, indispensabile per conservare l’autonomia.

Nella prima fase, il gioco mostra la ricetta e la persona deve memorizzare gli ingredienti. Potete stimolare la sequenzialità nella modalità “ricetta” (ricordarsi la procedura) o la memoria verbale o visiva nella modalità “ingredienti” (ricordarsi gli ingredienti).

Stimolate l’attenzione: questa funzione cognitiva permette di mantenere la concentrazione dall’inizio alla fine dell’attività e quindi di eseguire correttamente tutte le tappe.

Infine, potete utilizzare il gioco per scoprire e memorizzare una ricetta e poi provare a prepararla per davvero. In questo modo, potete integrare la stimolazione della motricità (tagliare le verdure, mescolare gli ingredienti…).

Movimento

 

I principali sintomi del Parkinson restano quelli legati alla motricità. Sofia permette di stimolare queste competenze attraverso diversi giochi. È possibile utilizzare l’applicazione Sofia per stimolare unicamente la motricità fine.

giochi-cognitivi-tablet-sofia-arcadinoe

Arca di Noè

 

Radunate gli animali, in coppia, fin dentro l’arca.

L’utilizzo degli animali rende il riconoscimento di immagini facile e permette quindi di usare questo gioco in presenza di disturbi visivi.

In un primo momento, stimolate la scansione visiva perché la persona deve guardare tutti gli animali presenti. In seguito, fate lavorare le capacità di associazione per trovare le coppie di animali.

Una volta trovate le coppie di animali, la persona deve usare la coordinazione oculo-manuale e la motricità fine per selezionare l’animale giusto e trascinarlo fin dentro l’arca.

Chiedete di prendere il primo animale con un dito ed il secondo animale con un altro dito. Potete così stimolare la motricità fine (usare l’indice per primo, poi il medio) o le competenze bimanuali (usare la mano sinistra per prima, poi la mano destra).

pallarimbalzina-motricita-competenzevisive-tablet-sofia-anziani-giochi-memoria-stimolazionecognitiva-allenamentocerebrale

Palla rimbalzina

 

Toccate la palla quando appare sullo schermo. Dovete toccare la palla 10 volte per terminare la partita.

In questo gioco, dovete utilizzare la motricità delle dita, ma anche altre funzioni cognitive.

La palla appare ogni volta in una parte diversa dello schermo, stimolate quindi l’attenzione per capire quando la palla appare e la scansione visiva per trovare il posto esatto in cui è apparsa.

Stimolate anche la coordinazione oculo-manuale per toccare la palla. La palla è sempre in movimento quindi la precisione del tocco è fondamentale.

Potete stimolare la motricità fine chiedendo di toccare la palla con un dito differente o ancora di alternare tra la mano destra e la sinistra.

Questo gioco può essere utilizzato nelle situazioni in cui è presente un disturbo assiale. Potete chiedere alla persona di mettere il tablet davanti a sé e di toccare con la mano destra le palle che appaiono sulla parte destra dello schermo e con la mano sinistra le palle che appaiono sulla parte sinistra dello schermo. In questo modo, stimolate la percezione dell’asse del corpo e dei due emisferi.

Depressione

 

Il Parkinson può essere associato a disturbi dell’umore che possono arrivare fino alla depressione. Sofia propone attività di stimolazione cognitiva sotto forma di gioco, l’attività diventa quindi divertente e piacevole. I giochi possono influenzare l’umore in maniera positiva. Inoltre, Sofia propone di giocare in coppia e lo schermo si divide in due così che ognuno possa giocare nella propria parte dello schermo. In questo modo, potete condividere l’attività e mantenere una relazione positiva.

Invasion Des Taupes Tablette

L’invasione delle talpe

 

Colpite i 3 tipi di talpe secondo le istruzioni dal momento in cui appaiono sullo schermo.

La persona deve utilizzare le proprie competenze di scansione visiva per trovare le talpe. In seguito, deve analizzare l’immagine per sapere quale talpa è apparsa.

Grazie a questo gioco, stimolate la motricità fine per colpire le talpe, ma anche l’attivazione e l’inibizione del movimento: non bisogna toccare le talpe con gli occhiali, bisogna toccare una volta le talpe normali e due volte le talpe con il casco.

Questo gioco offre la possibilità di giocare in coppia per condividere un momento insieme e mantenere una relazione positiva.

giochi-cognitivi-tablet-sofia-formeaincastro-duegiocatori

Forme a incastro

 

Trovate la forma o il colore secondo il modello.

Per riconoscere la forma o il colore corretto, la persona deve utilizzare la percezione visiva per individuare gli oggetti ed analizzarli (caratteristiche geometriche e colore).

Questo gioco permette di giocare in coppia perché le immagini scorrono in mezzo allo schermo ed ognuno ha nel proprio lato un pulsante da schiacciare quando trova la forma o il colore corretto.

In questo modo, potete condividere l’attività e creare competizione positiva perché il gioco è rapido (10 forme da trovare) e quindi potete fare diverse partite nella stessa sessione.

Potete dunque stimolare le funzioni cognitive e la relazione allo stesso tempo.

Il programma SOFIA è quindi adattato alle persone affette da Parkinson

 

GIF Brain Animation Brain Coach

CON SOFIA, STIMOLATE L’INSIEME DELLE FUNZIONI COGNITIVE

Dynseo Funzionicognitive Allenamentocerebrale Memoria Linguaggio Attenzione

3 MESI

  • Monitoraggio a distanza
  • Novità
  • Assistenza clienti
  • Nessun rinnovo automatico

15 EURO

1 ANNO 

  • Monitoraggio a distanza
  • Novità
  • Assistenza clienti
  • Nessun rinnovo automatico

50 EURO

TABLET + GIOCHI

  • Samsung Galaxy Tab A7 4, 32 GB
  • Custodia in pelle
  • Sofia – 1 anno incluso
  • Consegna

299 EURO

CONCLUSIONE

In caso di Parkison, potete avere diversi sintomi, più o meno gravi. E’ quindi importante adattare e personalizzare le attività ed il supporto, terapeutico o familiare, per aiutare la persona a ritrovare le proprie competenze o a rallentare il deterioramento cognitivo e motorio. Dynseo offre diverse soluzioni per le persone affette da Parkison: La biglia che gira (per una stimolazione motoria) e Sofia (per la stimolazione cognitiva).

Grazie a Dynseo, il monitoraggio della persona colpita da Parkinson non si riduce solo alla riabilitazione fisica, ma è centrato anche sulla relazione. Quando una persona è colpita da una malattia come il Parkinson, è molto importante ricordarsi che prima di essere un paziente o un malato, è una persona per cui l’aspetto relazionale è molto importante.

Potete provare La biglia che gira o Sofia gratuitamente per 7 giorni. In seguito, potete abbonarvi con diverse formule che proponiamo: o la nostra offerta per i privati o la nostra offerta per i professionisti.

scheda-tecnica-parkinson-movimento-giochi-resistenzaalvento
scheda-tecnica-parkinson-movimento-giochi-passaggioneicerchi
scheda-tecnica-parkinson-movimento-giochi-seguilalinea
scheda-tecnica-parkinson-movimento-giochi-sfidalacorrente
scheda-tecnica-parkinson-movimento-giochi-seguiilcerchio
scheda-tecnica-parkinson-movimento-giochi-pallaalcentro
scheda-tecnica-parkinson-movimento-giochi-arcadinoe
scheda-tecnica-parkinson-movimento-giochi-pallarimbalzina
scheda-tecnica-parkinson-movimento-giochi-invasionedelletalpe
scheda-tecnica-parkinson-movimento-giochi-parcheggioingombrato

Altri articoli che potrebbero interessarvi: