Capire le emozioni di una persona con autismo

Rate this post

Le emozioni sono spesso difficili da capire e interpretare, anche per chi non soffre di un disturbo. È quindi normale avere qualche difficoltà a comprendere le emozioni trasmesse da qualcuno che funziona in modo diverso da te, o che ha un disturbo come il disturbo dello spettro autistico (ASD).

Questo non significa che non sarai in grado di capire e interpretare le emozioni degli altri, semplicemente dovrai prenderti il tempo necessario per identificare i codici e decifrare le diverse emozioni. Per aiutarti a farlo, abbiamo raccolto un articolo che ti dà tanti consigli e suggerimenti per capire le emozioni. Quindi non aspettare oltre e continua a leggere per saperne di più!

ESPRESSIONE DI VARIE EMOZIONI

 

Riconoscere e interpretare accuratamente le emozioni è un compito complesso, anche per le persone neurotipiche. Spesso si tratta di decifrare sottili indizi dalle espressioni facciali, dal linguaggio del corpo e dai toni vocali. Tuttavia, per le persone affette da autismo questo processo può essere particolarmente difficile, in quanto possono avere difficoltà a riconoscere ed esprimere le proprie emozioni nello stesso modo delle persone neurotipiche. Questa difficoltà a comprendere e condividere i sentimenti può creare delle barriere all’interazione sociale e alla comunicazione per le persone dello spettro autistico. Nonostante queste difficoltà, è importante riconoscere che tutti, indipendentemente dal proprio neurotipo, attraversano una serie di fasi per esprimere le proprie emozioni in modo efficace.

Fin dalla prima infanzia, le persone imparano a trasmettere le proprie emozioni attraverso una serie di mezzi, tra cui le espressioni facciali, i gesti e i vocalizzi. Questo processo di espressione emotiva è parte integrante dello sviluppo umano e continua per tutta la vita. Anche se la progressione può essere diversa per le persone con autismo, i meccanismi fondamentali dell’espressione emotiva rimangono universali. Tutti, autistici e non, imparano a identificare e comunicare le proprie emozioni, a ritmi diversi e con diversi livelli di complessità.

Per le persone con autismo, interventi come la formazione sulle abilità sociali e la terapia possono essere utili per facilitare l’espressione e la comprensione delle emozioni. Questi interventi sono spesso finalizzati a insegnare agli individui a riconoscere e interpretare i segnali emotivi, oltre a fornire loro strategie per esprimere le proprie emozioni in modo efficace. Promuovendo un ambiente di comprensione e sostegno, le persone con autismo possono sviluppare le abilità necessarie per gestire le interazioni sociali e comunicare i propri sentimenti in modo più efficace. Quindi, anche se l’espressione emotiva può rappresentare una sfida unica per le persone con autismo, con il giusto supporto e le giuste risorse possono sviluppare le abilità per esprimersi e connettersi con gli altri in modi significativi.

 

EMOZIONI IN UNA PERSONA CON AUTISMO

Per le persone dello spettro autistico, gestire le emozioni può essere un’impresa difficile. Sebbene provino emozioni e vogliano comunicarle come chiunque altro, spesso hanno difficoltà a esprimersi in modo efficace. Ciò può essere dovuto a ostacoli nel riconoscere le espressioni facciali e nell’imitare i segnali emotivi degli altri, il che impedisce loro di comprendere e interpretare accuratamente le proprie emozioni nella vita quotidiana.

È fondamentale capire che la comunicazione emotiva delle persone autistiche è diversa da quella delle persone neurotipiche. Decifrare questi codici emotivi unici richiede pazienza e un’attenta osservazione per interpretare correttamente ogni segno. Le persone con autismo possono utilizzare una serie di metodi per riconoscere le emozioni, anche se alcune sono più difficili da analizzare rispetto ad altre. Di conseguenza, non è raro che le persone dello spettro abbiano difficoltà a esprimere determinate emozioni nel corso della loro vita.

Riconoscendo e tenendo conto di queste differenze, possiamo promuovere una migliore comprensione e un migliore supporto alle persone con autismo nel loro percorso di espressione emotiva e di comunicazione. Grazie alla pazienza, all’empatia e alla volontà di imparare, possiamo creare un ambiente inclusivo in cui le esperienze emotive di ognuno sono valorizzate e rispettate.

 

CAPIRE LE DIVERSE EMOZIONI

Per capire le tue emozioni, usi le parole e le abitudini. Lo stesso vale per le emozioni delle persone con autismo, anche se i codici sono diversi. Infatti, un bambino autistico si svilupperà in un certo modo e imparerà a esprimere le proprie emozioni in maniera distinta. Spesso possiamo osservare delle similitudini con lo sviluppo di un bambino tipico quando analizziamo lo sviluppo emotivo di una persona con un disturbo dello spettro autistico.

Anche se le emozioni vengono trasmesse attraverso i gesti con l’avanzare dell’età, spesso ci sono ostacoli alla verbalizzazione di certi sentimenti. Questo problema spesso porta le persone a credere che una persona autistica sia priva di sentimenti, mentre questa idea è completamente falsa.

È quindi importante sapere che una persona autistica spesso ha difficoltà a verbalizzare efficacemente i propri sentimenti e questo disagio può diventare rapidamente insormontabile. La persona autistica incontrerà quindi degli ostacoli nell’interazione con gli altri perché i loro codici saranno diversi. È importante prendersi il tempo per ascoltare una persona autistica, per capire i suoi codici e il suo linguaggio. Questo ti permetterà di leggere correttamente le emozioni e di reagire nel modo giusto. E non dimentichiamo che una persona autistica che viene compresa avrà più facilità ad acquisire fiducia in se stessa e a sviluppare il proprio linguaggio emotivo, in modo da poter andare ancora più lontano negli scambi.

Devi quindi imparare a leggere le emozioni e aiutare l’altra persona a leggere anche le tue. Le persone con autismo spesso analizzano le emozioni in modo diverso e interpretano male le tue, il che può creare confusione. Si prenderanno il tempo di affrontare le sfide per gestire al meglio la loro comprensione degli altri, beneficiando della tua pazienza per sentirsi compresi da un’altra persona. Se hai dei dubbi, non esitare a contattare l’Autisme Info Service per ricevere consigli, informazioni o aiuto nell’assistenza a una persona con autismo.

RICONOSCERE LE EMOZIONI CON LE MOSSE DI COCO

Nella nostra applicazione educativa COCO, c’è una funzione chiamata “Mimo un’emozione” nella sezione Coco Moves, dove i bambini possono imparare a riconoscere le proprie emozioni attraverso un gioco interattivo. Cliccando sull’icona del punto interrogativo, gli utenti possono accedere a risorse che mirano a migliorare la comprensione delle diverse emozioni. Questo gioco non solo migliora l’alfabetizzazione emotiva, ma incoraggia anche il coinvolgimento e il divertimento nel processo di apprendimento.

Inoltre, per promuovere un sano equilibrio tra tempo trascorso sullo schermo e attività fisica, questo gioco di simulazione emotiva è integrato nella funzione di pausa dell’applicazione. Ogni 15 minuti, i bambini sono invitati a partecipare a una pausa attiva, durante la quale possono scegliere tra una selezione di attività fisiche, compresa l’opportunità di mimare diverse emozioni. I bambini sono incoraggiati a fare pause regolari, il che favorisce il loro benessere fisico ed emotivo.

Integrando queste caratteristiche, COCO offre un approccio olistico all’apprendimento e allo sviluppo, affrontando le competenze cognitive ed emotive in modo coinvolgente e accessibile. Grazie a queste esperienze interattive, i bambini non solo ampliano il loro vocabolario emotivo, ma coltivano anche sane abitudini per gestire il tempo trascorso sullo schermo e rimanere attivi.

cocomoves-sportbreak-coco-app-educationalapp-giochi-bambini-sport
tablet-sorpresa-coco-movimenti-mimo-emozione-comprensione-apprendimento-emozione-sorpresa
tablet-sorpresa-coco-movimenti-mimo-emozione-comprensione-apprendimento-emozioni-confusione
tablet-sorpresa-coco-movimenti-mimo-emozioni-comprensione-apprendimento-emozioni-ispirazione

SORPRESA

Ci sorprendiamo quando siamo sorpresi da qualcosa, una persona o un oggetto.

È la sensazione che si prova quando si riceve un regalo inaspettato. In questa situazione, i tuoi occhi e la tua bocca sono spalancati e non vedi l’ora di aprire il tuo regalo.

CONFUSIONE

Quando sei disorientato, di solito ti sei perso a causa di qualcosa che è successo. Puoi anche dimenticare il nome di una persona o di un oggetto.

Per simulare la confusione, puoi aggrottare le sopracciglia, scrollare le spalle o anche formare una grande “O” con la bocca.

ISPIRAZIONE

L’ispirazione è ciò che accade quando immagini e crei cose semplicemente pensandole. Come quando disegni, scrivi o giochi con i tuoi giocattoli e inventi storie.

Quando ti senti ispirato, strizzi gli occhi, ti gratti un po’ la testa e sorridi quando ti viene l’idea.

tablet-sorpresa-coco-movimenti-mimo-emozione-comprensione-apprendimento-emozione-affetto
tablet-sorpresa-coco-movimenti-mimo-emozioni-comprensione-apprendimento-emozioni-noia
tablet-sorpresa-coco-movimenti-mimo-emozioni-comprensione-apprendimento-emozioni-dolore

AFFEZIONE

L’affetto è una sensazione che proviamo quando siamo toccati da qualcosa, quando abbiamo pensieri positivi su un amico, un familiare o un animale domestico.

Qui puoi sorridere e pensare ai bei tempi. Puoi abbracciare o baciare qualcuno, dire al tuo compagno di classe che ti piace.

BOREDOM

La noia nasce quando non sei interessato a ciò che stai facendo, vuoi fare altro, ad esempio parlare con i tuoi amici, e non ascolti la persona che hai di fronte.

Puoi soffiare molto forte e alzare gli occhi al cielo. Puoi anche agitarti sulla sedia.

DOLORE

Il dolore è una sensazione che non ci piace, che generalmente proviamo quando ci facciamo male, e questo è il dolore fisico.

Potrebbe anche essere qualcuno o qualcosa che ti manca molto.

Puoi esprimere il tuo dolore strizzando gli occhi e stringendo i denti. Puoi anche toccare l’area in cui ti fa male.

Scopri l’applicazione COCO PENSA e COCO MUOVE

home-cocomoves-cocothinks-giochi educativi-bambini-coco-applicazioni-tablet

Sostenere i bambini autistici

riassunto-scheda-tecnica-giochi-educativi-coco-autismo

E PER MAGGIORI INFORMAZIONI

COCO, PER BAMBINI AUTISTICI

 

COCO è un programma adattato ai bambini autistici che offre una raccolta di giochi educativi e cognitivi. Livelli di difficoltà crescenti permettono ai bambini di progredire al proprio ritmo. È inoltre fondamentale fare una pausa sportiva ogni 15 minuti di schermo per evitare la dipendenza.

ACCOMPAGNARE UN BAMBINO AUTISTICO

In questa guida ti daremo consigli pratici su come aiutare un bambino con autismo e su come stimolarlo e creare un legame con lui. Consigli utili e quotidiani per facilitare la vita di chi assiste familiari e professionisti.

ROBERTO, PER GLI ADULTI AUTISTICI

Adattato agli adulti con autismo, il programma ROBERTO offre una serie di giochi per sviluppare le conoscenze, migliorare la concentrazione e rafforzare le capacità mentali. ROBERTO è stato progettato per essere accessibile a tutti, pur mantenendo un occhio di riguardo per la salute mentale.

SOSTENERE UN ADULTO CON AUTISMO

In questa guida ti diamo consigli pratici su come sostenere, stimolare e creare un legame con un adulto con autismo. Consigli utili e quotidiani per facilitare la vita di chi assiste familiari e professionisti. Esercizi per lavorare su tutti gli aspetti.

Altri articoli che potrebbero interessarti: