Che cos’è un corso ULIS?

Rate this post

 

Sappiamo che la socievolezza di un bambino inizia a svilupparsi intorno ai 3 anni. I suoi genitori stanno già pensando di iscriverlo alla scuola materna. Poi si procede di anno in anno fino alla scuola superiore. Il programma scolastico per un bambino con difficoltà di apprendimento è davvero un percorso a ostacoli. Raggiungere l’obiettivo non è sempre facile. Fortunatamente, i programmi ULIS promettono loro un sostegno su misura. I genitori degli alunni disabili sono stati avvertiti.

Che cos’è esattamente un ULIS?

 

Esiste un’ampia gamma di programmi scolastici. Ecco una descrizione dettagliata dell’ULIS. Vediamo nel dettaglio un piano ULIS. Chi sono i beneficiari? Cosa devono fare i genitori per assicurarsi che il proprio figlio abbia accesso a un ULIS? Spiegazioni e consigli validi.

Diamo un’occhiata veloce

 

Prima di tutto, è necessario decifrare l’acronimo ULIS. La traduzione lettera per lettera è: “Unités Localisées pour l’Inclusion Scolaire”. Questi sistemi sono stati sviluppati per facilitare l’accesso a scuola delle persone con disabilità. Di conseguenza, è normale trovare alunni con disabilità in una ULIS.

Gli studenti con disabilità possono imparare in base alle loro esigenze in questa classe. Va sottolineato che l’ULIS offre un’istruzione agli studenti con disabilità sia nella scuola primaria che in quella secondaria. Si tratta di un modo efficace per controllare alcuni alunni disabili attraverso un insegnante specializzato.

 

 

Concentrati sugli obiettivi di ULIS

La creazione di un sistema dipende dagli obiettivi da raggiungere. Per quanto riguarda l’ULIS, il primo obiettivo è quello di promuovere una migliore integrazione a scuola. Un programma ULIS mira a migliorare l’apprendimento accademico e sociale. L’obiettivo è quello di migliorare le capacità di comunicazione dei bambini con disabilità.

 

 

I vantaggi di un corso ULIS

 

Su suggerimento di un insegnante, tuo figlio può essere indirizzato a una classe ULIS. Buone o cattive notizie per i genitori? Si tratta di una buona proposta in quanto una classe ULIS presenta diversi vantaggi. In primo luogo, l’apprendimento è affidato a un insegnante specializzato e qualificato. Inoltre, il numero ridotto di alunni per classe è un vantaggio. Una classe ULIS offre un ambiente di apprendimento favorevole agli alunni disabili. Gli esercizi sono scelti con cognizione di causa.

Un altro aspetto interessante è che i corsi ULIS sono disponibili durante tutto il percorso scolastico. Dalla scuola materna fino alla scuola secondaria.

 

Come funziona?

 

Le classi ULIS sono collegate alle scuole. Per questo motivo, sono parte integrante degli stabilimenti in cui esistono. Gli studenti sono membri della scuola. In questo caso, parteciperanno alle attività promosse dalla scuola.

In una classe ULIS, l’insegnante che tiene le lezioni è chiamato “coordinatore ULIS”. Tuttavia, non tutti gli insegnanti sono qualificati per gestire una classe ULIS. Si tratta di coloro che hanno ottenuto un certificato di idoneità professionale per le pratiche di educazione inclusiva.

 

 

 

 

Quali alunni sono coperti dal programma ULIS?

 

 

Il sistema ULIS è stato creato per migliorare l’apprendimento delle persone con disabilità. Bambino autistico, vittima di un disturbo cognitivo… Chi può beneficiarne?

 

Studenti con autismo

Gli specialisti presentano l’autismo come un disturbo dello sviluppo. Si riferiscono specificamente a un disturbo del neurosviluppo. I primi segni di questo disturbo compaiono molto presto nei bambini. L’autismo influisce sulla comunicazione, sul comportamento e sull’interazione sociale. I bambini con autismo hanno difficoltà a esprimersi e a capire. Questo lo rende un allievo difficile da incanalare in una classe normale. Una classe ULIS sembra essere la soluzione ideale per i bambini affetti da un disturbo dello spettro autistico (ASD).

Poiché non esiste una cura per l’autismo, le Unités Localisées pour l’Inclusion Scolaire (Unità Localizzate per l’Inclusione Scolastica) possono rendere felici i genitori.

 

 

 

Vittime di TFC

Il segno TFC viene utilizzato per indicare i disturbi delle funzioni cognitive e mentali. Questi disturbi sono causati da un’alterazione delle funzioni cerebrali. Va detto che questa alterazione può essere permanente o di lunga durata. Questa disabilità colpisce molti individui. Hanno difficoltà di apprendimento. La TFC è caratterizzata da una serie di segni clinici.

Si distingue tra amnesia e perdita di memoria (parziale o totale). Il morbo di Parkinson e la malattia di Huntington sono due esempi di deterioramento cognitivo.

 

 

Persone con SLA

 

 

 

Si tratta di disturbi specifici del linguaggio e dell’apprendimento. Questa patologia attacca le funzioni cognitive. Alcuni disturbi del linguaggio: disgrafia, disfasia, discalculia, ecc. La disgrafia si riferisce alle difficoltà di coordinamento della scrittura a mano. La disfasia tende a influenzare il linguaggio orale.

Oltre alla SLA, esistono altre patologie come quelle che colpiscono le funzioni motorie, uditive e visive.

I vantaggi di un corso ULIS per tuo figlio

 

 

L’educazione inclusiva è un approccio all’istruzione che cerca di offrire a tutti gli alunni, indipendentemente dalle loro capacità o esigenze, un’istruzione di qualità all’interno dello stesso sistema educativo. Le classi ULIS (Unité Localisée pour l’Inclusion Scolaire) svolgono un ruolo cruciale. Queste classi speciali sono pensate per supportare i bambini con esigenze educative speciali e offrono una serie di vantaggi a questi giovani studenti.

 

Insegnamento individualizzato

Uno dei vantaggi più importanti di una classe ULIS è la personalizzazione dell’insegnamento. Ogni bambino è unico e gli alunni ULIS beneficiano di un piano didattico personalizzato in base alle loro esigenze specifiche. Gli insegnanti lavorano a stretto contatto con professionisti dell’educazione speciale per progettare programmi di apprendimento su misura, consentendo a ogni studente di progredire al proprio ritmo.

Gestione specializzata

Gli insegnanti delle classi ULIS sono formati per rispondere alle esigenze dei bambini con difficoltà di apprendimento, disabilità o difficoltà di adattamento. Sono attrezzati per fornire un adeguato supporto educativo ed emotivo, creando un ambiente di apprendimento favorevole.

Inclusione sociale

Un corso ULIS promuove l’inclusione sociale. I bambini con esigenze educative speciali spesso hanno difficoltà a integrarsi nelle classi normali a causa delle sfide che devono affrontare. In ULIS hanno l’opportunità di sviluppare relazioni con coetanei che condividono esperienze simili, il che aumenta la loro autostima e riduce il rischio di isolamento.

Accesso a risorse specializzate

 

Le classi ULIS offrono l’accesso a risorse specializzate come logopedisti, psicologi scolastici, educatori speciali e molto altro. Questi professionisti lavorano insieme per fornire un supporto completo, consentendo agli studenti di superare le barriere e massimizzare il loro potenziale. Qui possiamo vedere che nei programmi COCO PENSA e COCO MUOVE è possibile filtrare i giochi per esigenze specifiche: autismo, ADHD, dislessia, disprassia, disfasia, discalculia o sindrome di Down.

 

Prepararsi all’inclusione futura

L’obiettivo finale delle classi ULIS è quello di preparare gli alunni a inserirsi con successo nelle classi regolari, laddove possibile. Grazie a un supporto personalizzato e a una preparazione accurata, gli alunni ULIS sviluppano le competenze e la fiducia necessarie per entrare nelle classi regolari, continuando a ricevere il supporto necessario.

Promuovere l’autonomia

Le classi ULIS mirano anche a promuovere l’indipendenza degli alunni. Gli insegnanti incoraggiano i bambini a prendere l’iniziativa, a gestire le loro sfide e a sviluppare le capacità di auto-appoggio. Questo li prepara a una vita adulta più indipendente.

 

Un ambiente accogliente

Infine, una classe ULIS offre un ambiente attento e inclusivo in cui ogni bambino è accettato e valorizzato. Questo favorisce la fiducia in se stessi e il benessere emotivo, che sono essenziali per avere successo a scuola.

 

 

Testimonianza di un insegnante ULIS

Vorrei condividere la mia storia personale di un papà che ha affrontato un difficile dilemma nel crescere sua figlia. Mia figlia Emma è piena di energia e creatività, ma le è stato anche diagnosticato un disturbo da iperattività. Quando si è trattato di scegliere l’approccio educativo migliore per lei, ho esitato a lungo prima di chiedere un posto in una classe ULIS.

Inizialmente ero preoccupato di isolare Emma dai suoi coetanei. Ero preoccupata che si sentisse esclusa o stigmatizzata entrando in una classe speciale. Come ogni genitore, volevo il meglio per mia figlia e mi sono posta molte domande sull’opportunità di inserirla in un ambiente di apprendimento diverso.

Con il tempo, però, ho iniziato a notare che le sfide che Emma doveva affrontare a scuola stavano aumentando. Aveva difficoltà a concentrarsi in classe, a seguire le istruzioni e a instaurare relazioni sociali positive con i compagni. È stato allora che ho iniziato a prendere seriamente in considerazione un corso ULIS.

Alla fine, dopo molte discussioni con insegnanti, professionisti dell’educazione e specialisti della salute, abbiamo deciso di richiedere un posto in una classe ULIS per Emma. E non so dirti come questa sia stata la decisione migliore per lei.

Nella classe ULIS, Emma ha trovato un ambiente adatto alle sue esigenze specifiche. Gli insegnanti sono stati appositamente formati per lavorare con bambini con iperattività e altri disturbi dell’attenzione. Sapevano come incanalare la sua energia, fornirle un supporto personalizzato e insegnarle le strategie per gestire il suo disturbo. Emma si è sentita accettata e compresa, il che ha aumentato notevolmente la sua autostima.

I vantaggi del corso ULIS non si limitano all’aspetto accademico. Emma ha anche potuto sviluppare competenze sociali ed emotive essenziali grazie alle classi piccole e all’attenzione personalizzata. Ha stretto legami con coetanei che condividono esperienze simili e insieme hanno imparato a superare le loro sfide.

Oggi non mi pento assolutamente della decisione che abbiamo preso. Emma ha fatto enormi progressi dal punto di vista accademico, emotivo e sociale. Ha imparato ad apprezzare la propria individualità e a utilizzare la propria energia in modo positivo.

Se ti trovi in una situazione simile come genitore, ti invito a prendere seriamente in considerazione un corso ULIS se risponde alle esigenze di tuo figlio. Questa può essere la chiave per sbloccare il pieno potenziale di tuo figlio e fornire un ambiente di apprendimento adatto alle sue esigenze.

Il papà di Emma

Come posso iscrivere mio figlio a una classe ULIS?

 

 

Ne beneficiano sia gli alunni disabili che i loro genitori. Come faccio a registrare il mio bambino?

Fare una richiesta

 

L’ammissione a una classe ULIS è possibile se tuo figlio ha una disabilità. Tuttavia, prima di intraprendere qualsiasi iniziativa, dovresti verificare che tuo figlio sia davvero idoneo a partecipare a questo programma. Iniziano con una richiesta. Potrai quindi presentare una richiesta ben formulata all’MDPH. Ci riferiamo alla Maison départementale des personnes handicapées. È necessario compilare un fascicolo completo di referti medici.

Le domande di iscrizione ai corsi ULIS sono approvate dal CDAPH. Si tratta della Commission des droits et de l’autonomie des personnes handicapées. Anche il direttore della scuola ha voce in capitolo.

 

 

Altre opzioni dopo un corso ULIS

 

Ci sono diverse opzioni a disposizione degli alunni disabili dopo il loro inserimento in una classe ULIS. Gli alunni possono beneficiare dell’iscrizione a istituti di istruzione speciale regionali. Un’altra possibilità per gli alunni disabili è quella di entrare in una classe normale. Va notato che questa opzione funziona con o senza AESH (supporto per gli alunni con disabilità). Ci sono stati anche alcuni rinvii a strutture specializzate.

Utilizza le applicazioni COCO PENSA e COCO BOUGE nelle classi ULIS.

 

L’applicazione COCO THINKS e COCO MUOVE contiene oltre 30 giochi educativi che aiutano a lavorare su francese, matematica, logica, memoria e attenzione. Viene utilizzato da molte classi ULIS, in quanto consente di supportare con un’unica applicazione bambini con esigenze diverse: bambini DYS, bambini autistici, bambini ADHD, ecc.

Inoltre, questo software educativo impone una pausa sportiva ogni 15 minuti di schermo per insegnare un uso misurato degli schermi.

Un’educazione benefica!

Scarica le nostre guide per bambini con esigenze speciali

 

Testimonianza di un insegnante ULIS

Vorrei condividere con te la mia esperienza di insegnante in una classe ULIS (Unité Localisée pour l’Inclusion Scolaire) e l’impatto positivo dei programmi COCO PENSA e COCO SI MUOVE sui nostri alunni con ADHD, disturbi dislessici (DYS) o disturbi dello spettro autistico. Lavorare con studenti con esigenze speciali può essere un’impresa impegnativa, ma grazie a questo strumento innovativo abbiamo visto progressi significativi su base giornaliera.

Una delle sfide più comuni che affrontiamo in ULIS è la diversità delle esigenze dei nostri alunni. Ognuno di loro ha difficoltà particolari, il che rende essenziale un insegnamento personalizzato. COCO PENSA e COCO MUOVE semplificano questo compito offrendo una gamma di giochi educativi adattati che mirano a specifiche funzioni cognitive. Ad esempio, per i nostri studenti dislessici, i giochi di lettura e ortografia sono pensati per rafforzare le loro capacità di lettura, mentre le attività di attenzione sono mirate alle esigenze degli studenti con ADHD.

Una delle caratteristiche più vantaggiose del programma è la “pausa sportiva” imposta ogni 15 minuti di schermo. Per i nostri studenti che hanno difficoltà a concentrarsi per lunghi periodi, questa pausa diventa un momento cruciale. I bambini si alzano, si sfogano e scaricano le loro tensioni. Questo approccio non solo promuove il loro benessere, ma ha anche mostrato risultati positivi in termini di concentrazione e impegno nelle attività di apprendimento.

Come insegnante ULIS, ho spesso classi con una vasta gamma di esigenze, dai disturbi da deficit di attenzione ai disturbi dello spettro autistico. Avere un programma come COCO PENSA e COCO SI MUOVE che riunisce tutto è una vera risorsa. Questo mi permette di personalizzare l’insegnamento per ogni studente, beneficiando allo stesso tempo di una piattaforma centralizzata per monitorare i progressi, condividere le risorse e collaborare con i miei colleghi.

In conclusione, i programmi COCO PENSA e COCO BOUGE sono stati preziosi per la nostra classe ULIS.. Non solo ha permesso ai nostri alunni con ADHD, DYS e disturbi autistici di fare progressi significativi, ma ha anche semplificato il nostro compito di insegnanti fornendo una serie completa di risorse didattiche e incoraggiando un approccio olistico all’apprendimento. È uno strumento prezioso che ci aiuta ad aiutare i nostri studenti a superare gli ostacoli e a raggiungere il loro pieno potenziale.

Marie, insegnante di classe ULIS

Prova gratuitamente i programmi COCO PENSA e COCO SI MUOVE

per 1 settimana

cocoetcocosport-coco-app-bambini-educativi-educativi-bambini-ludici-culturali-giochi-applicazione-gioco-cerebrale-tablet-smartphone-

E PER MAGGIORI INFORMAZIONI

COCO, PER BAMBINI AUTISTICI

 

COCO è un programma adattato ai bambini autistici che offre una raccolta di giochi educativi e cognitivi. Livelli di difficoltà crescenti permettono ai bambini di progredire al proprio ritmo. È inoltre fondamentale fare una pausa sportiva ogni 15 minuti di schermo per evitare la dipendenza.

ACCOMPAGNARE UN BAMBINO AUTISTICO

In questa guida ti daremo consigli pratici su come aiutare un bambino con autismo e su come stimolarlo e creare un legame con lui. Consigli utili e quotidiani per facilitare la vita di chi assiste familiari e professionisti.

ROBERTO, PER GLI ADULTI AUTISTICI

Adattato agli adulti con autismo, il programma ROBERTO offre una serie di giochi per sviluppare le conoscenze, migliorare la concentrazione e rafforzare le capacità mentali. ROBERTO è stato progettato per essere accessibile a tutti, pur mantenendo un occhio di riguardo per la salute mentale.

SOSTENERE UN ADULTO CON AUTISMO

In questa guida ti diamo consigli pratici su come sostenere, stimolare e creare un legame con un adulto con autismo. Consigli utili e quotidiani per facilitare la vita di chi assiste familiari e professionisti. Esercizi per lavorare su tutti gli aspetti.

Altri articoli che potrebbero interessarvi: