l segni dell’autismo negli adulti sono numerosi e a volte di difficile individuazione. Non riguardano solo i bambini, e negli adulti sono spesso difficili da riconoscere. Vi proponiamo dei consigli che vi aiutino a riconoscere i segni dell’autismo negli adulti. I diversi sintomi di cui tratteremo non significano che la persona sia autistica, ma possono servire ad allertarvi. Risulta comunque necessaria una diagnosi da parte di un professionista.

 

I sintomi spesso difficili da identificare

L’autismo è a volte difficile da identificare negli adulti perché i sintomi possono essere facilmente nascosti. Infatti, sono spesso associati alla timidezza o a una certa riservatezza. Gli adulti con autismo spesso trovano difficile adattarsi al cambiamento. Inoltre, la mancanza di capacità di ascolto crea spesso difficoltà nelle relazioni con le altre persone. Non è facile identificare il disturbo quando le manifestazioni sono lievi. Vi invitiamo a prestare attenzione alle persone che vi circondano per riuscire ad individuare i sintomi il prima possibile.

 

 

I segni dell’autismo negli adulti

Di solito, una persona con autismo può presentare difficoltà a mantenere delle relazioni sociali. Questo sintomo sarà spesso legato a una mancanza di empatia e a una certa difficoltà a capire i comportamenti e le intenzioni delle persone vicine. Risulta quindi importante prestare particolare attenzione all’aspetto relazionale per individuare dei segni precoci di autismo. L’adulto avrà inoltre tendenza a presentare sovraccarichi sensoriali che interferiscono con le relazioni ma anche con il comportamento. La persona soffrirà quindi di ipersensibilità o iposensibilità. Altri sintomi riguardano per esempio i disturbi del sonno e l’ansia.

Un altro elemento presente nella vita quotidiana sono i comportamenti ripetitivi (la cosiddetta “routine”), che tenderanno ad aumentare i vari disturbi. Infine, alcuni sintomi sono legati al fatto di nutrire interessi specifici su alcuni argomenti fino a raggiungere una grande padronanza degli stessi. Questi disturbi non sempre risultano facili da identificare negli adulti, perché possono manifestarsi in modo molto lieve. È importante prestare attenzione ai diversi sintomi, al fine di beneficiare di una presa in carico adeguata e di un monitoraggio costante.

 

 

Sofia, un’applicazione per lavorare sulle funzioni cognitive

 

L’applicazione Sofia può aiutare le persone con disturbi autistici. Essa offre più di 27 giochi per lavorare sulle funzioni cognitive. La molteplicità dei giochi permette a ciascuno di trovare un’attività che gli corrisponde e di lavorare su funzioni specifiche. Sofia evita le situazioni frustranti, proponendo man mano nuovi giochi per continuare a stimolare il cervello divertendosi. É possibile giocare in coppia per promuovere le relazioni sociali e progredire insieme. Sofia è stata eletta migliore app gioco nel 2019, con una menzione speciale.