5/5 - (4 votes)

L’autismo è un disturbo dello sviluppo che tende a colpire da 1 a 2 bambini su 1000. I bambini diventano poi adolescenti e adulti con autismo. Le persone con autismo possono esprimere le loro ansie attraverso la rabbia o l’aggressività. In effetti alcune situazioni imprevedibili possono agitarli cosí come delle conversazioni con doppio senso che per loro sono difficilmente comprensibili. L’uso del tablet li aiuterà a progredire nella comunicazione, nell’autonomia, nell’apprendimento ecc…

Una persona autistica é spesso seguita in terapia da uno o più operatori sanitarii. In terapia la persona può imparare delle strategie di compensazione e, diventando adulto, la terapia può diminuire o anche fermarsi. Il follow-up di una persona con autismo però non riguarda solo la terapia. È necessario infatti adattare l’ambiente e scegliere gli strumenti più adatti da utilizzare nella quotidianità. È importante applicare le strategie apprese durante le sessioni alla vita quotidiana.

L’operatore sanitario può aiutarvi a scegliere gli strumenti migliori. Ogni persona è diversa, quindi gli strumenti devono essere scelti in base alle difficoltà e alle capacità dell’individuo.

Autismo nei bambini

 

Lo sviluppo dei bambini con autismo è unico. Per loro la comunicazione, le emozioni, il gioco e le relazioni sono difficili da gestire e comprendere. È importante che si trovino in un ambiente conosciuto, senza troppe variabili da gestire. Il tablet può aiutarli a capire i loro bisogni, le loro competenze e le loro vulnerabilità.

Il tablet diventa così il luogo sicuro in cui il bambino può svilupparsi al proprio ritmo. Inoltre, con applicazioni adeguate, il bambino può imparare nuove strategie per superare le difficoltà.

Autismo negli adulti

 

Da adulto, la persona con autismo ha già appreso strategie o modalità di gestione delle proprie emozioni e comportamenti. D’altra parte, a volte una persona può scoprire di essere affetta da autismo in età adulta. In entrambi i casi, l’obiettivo è mantenere l’indipendenza della persona. Negli adulti con autismo le difficoltà principali riguardano le relazioni e la comunicazione.

Il tablet può diventare uno strumento di mediazione, permettendo alla persona di comunicare con gli altri o di condividere un’attività o un gioco.

Segni di autismo negli adulti

tabella-forme-autismo-adulti-difficoltà-stimolazionecognitiva-giochicerebrali-dynseo-roberto

Che cos’è il tablet per persone autistiche?

 

Le nuove tecnologie possono aiutare le persone con disturbi dello spettro autistico a crescere. Questo è il caso del tablet. Come abbiamo visto il tablet può essere utile a livello della comunicazione o della relazione, ma può essere usato anche per fare delle attività in autonomia. Queste attività possono avere l’obiettivo di migliorare le funzioni cognitive della persona oppure di calmarsi se la situazione diventa troppo stressante. 

 

Presentazione del tablet

 

Oggi il tablet ha cambiato le abitudini delle persone. Per le persone con disturbo dello spettro autistico, è un modo efficace per superare le difficoltà di comunicazione. I tablet hanno un’interfaccia touch. La grandezza varia a seconda delle dimensioni dello schermo. L’individuo con autismo è in grado di afferrare il tablet con entrambe le mani. I touch screen possono essere adattati alle capacità visive delle persone affette da autismo, con colori con un contrasto più o meno elevato per esempio.

Oltre ai controlli tattili, un tablet utilizza applicazioni, sensori di immagine e di suono. Come un computer, un tablet è in grado di eseguire delle applicazioni software. Esistono applicazioni che rispondono alle esigenze delle persone affette da autismo. Alcuni sono gratuiti. Mentre l’utilizzo di altri costa. Il tablet è dotato di una fotocamera e di un microfono. È utile per cogliere le opportunità interessanti della vita.

Se la persona con autismo non ha mai utilizzato un tablet, bisogna integrarlo gradualmente nella vita quotidiana. Bisogna evitare di creare dei cambiamenti troppo bruschi o troppo veloci, i quali possono causare disagio e quindi portare al risultato opposto. Per prima cosa, se la persona utilizza già un computer o un telefono si possono mostrare tutti gli aspetti simili fra i vari dispositivi. In questo modo si sentirà in un contesto sicuro e conosciuto. A partire da qui si possono iniziare a mostrare tutti i vantaggi che può avere il tablet.

Cercate di non scaricare troppe applicazioni insieme, ma di aggiungerle gradualmente in base ai bisogni.

 

Funzioni specifiche per le persone con autismo

 

Fortunatamente, i produttori di tablet hanno pensato alle persone con disabilità fornendo loro caratteristiche specifiche. Questo permette alle persone autistiche di utilizzare il tablet con buoni e anche ottimi risultati. Innanzitutto, distinguiamo la funzione di comunicazione. Questo è possibile grazie ad applicazioni software volte a migliorare la situazione di adulti o bambini autistici. Ad esempio, esistono delle applicazioni che utilizzano immagini e pittogrammi per facilitare la comunicazione. Un’altra soluzione sono le applicazioni che permettono di avere una lettura automatica di tutti i testi, in modo da passare dalla comprensione scritta alla comprensione orale.

Un altro elemento interessante per i bambini o adolescenti con autismo è la funzione di apprendimento. Certamente, le persone con autismo hanno la possibilità di imparare molti concetti grazie al tablet. Tra questi, l’apprendimento delle forme, dei colori, degli esercizi e molti altri. Inoltre, la connessione a Internet consente di visualizzare le conoscenze utili all’individuo con autismo.

Perché utilizzare un tablet?

 

Per convincere i professionisti o i genitori che si occupano di una persona affetta da autismo vengono utilizzati diversi argomenti. Il tablet può essere infatti utilizzato durante le terapie, a scuola o al lavoro, oppure a casa. Ecco tre motivi per utilizzare un tablet con le persone autistiche.

 

Promuovere la comunicazione

 

L’autismo è considerato un disturbo dello sviluppo. Le difficoltà si manifestano principalmente nelle relazioni sociali. Secondo gli esperti, la comunicazione si sviluppa tardivamente in una persona affetta da autismo. Per le persone con autismo in effetti é difficile capire il doppio senso delle parole, i messaggi nascosti oppure capire l’ironia. Questo può creare delle difficoltà in quanto ci possono essere delle incomprensioni. Per un adulto queste difficoltà di comunicazioni possono creare dei disagi, sopratutto nel contesto di lavoro.

In questo caso, il tablet è uno strumento ideale, sia che venga utilizzata da un professionista sanitario che dalla persona stessa. È possibile lavorare con la persona autistica attraverso questo strumento di comunicazione. Sul tablet possono esserci degli strumenti che facilitano la comunicazione oppure che aiutano a capire i doppi sensi delle parole. 

 

Sviluppare l’autonomia

 

L’uso del tablet può essere utile per l’autonomia della persona. Il tablet infatti può aiutare a creare una routine. C’è anche il fatto che le persone con autismo mostrano autonomia nella scelta di attività, giochi, video, ecc. Va notato che l’autonomia è difficile da raggiungere nei soggetti con disturbi autistici. Tuttavia, il tablet può dare un tocco speciale. In effetti il tablet é abbastanza intuitivo da utilizzare quindi la persona con autismo lo può usare in autonomia rapidamente. Il momento in cui viene utilizzato il tablet, sopratutto se questo tempo rientra in una routine, diventa un momento di calma e di benessere per la persona. 

Le persone con autismo incontrano diversi ostacoli all’indipendenza. L’autismo colpisce le funzioni necessarie per svolgere da solo i compiti della vita quotidiana. L’uso di ausili visivi è un buon modo per sviluppare l’indipendenza nelle persone autistiche. Il tablet può infatti avere delle procedure semplici e intuitive per aiutare la persona nella vita di tutti i giorni: applicazioni per contare i soldi, applicazioni per muoversi con la metro…

 

Per facilitare l’apprendimento

 

Le persone affette da autismo possono essere soggette a difficoltà di apprendimento, sia da bambini che da adulti. È quindi necessario fornire loro degli strumenti che favoriscano un migliore apprendimento. Il tablet può contribuire all’acquisizione di nuove competenze. Un vantaggio é per esempio quello di far passare le informazioni anche con delle informazioni visive, che risultano più chiare e comprensibili. Con il tablet, la persona autistica può quindi comprendere meglio i concetti.

L’uso del tablet aiuta anche a sviluppare la concentrazione. Questo è visibile nelle attività. Fornire un mezzo di comunicazione, apprendimento e concentrazione è fondamentale per tutte le persone con autismo. Infatti ognuno comunica e si sviluppa in modo diverso. Il tablet può adattarsi alla persona e ai suoi bisogni.

Suggerimenti per un migliore utilizzo del tablet da parte delle persone con autismo

 

Il tablet si sta rivelando utile per aiutare le persone autistiche a interagire con il mondo che le circonda. Ogni progresso della persona autistica è una gioia. Anche per gli adulti, il tablet può essere uno strumento di mediazione per interagire con l’ambiente e con gli altri. L’interazione é difficile per le persone con autismo, ma non per questo devono isolarsi. Al contrario, trovare degli strumenti di mediazione può essere utile. 

 

Selezione delle applicazioni giuste

 

Il tablet consente alle persone con autismo di avere una certa autonomia o indipendenza. L’offerta di tablet è in piena espansione. Non è sempre facile orientarsi tra le numerose applicazioni per l’autismo. Ciò si ottiene tenendo conto di diversi criteri. Quando acquistate un software, verificate quanto segue. Si tratta della configurazione, della sua accessibilità e della sua idoneità. A prescindere dal prezzo, l’applicazione deve essere in grado di soddisfare le aspettative specifiche della persona autistica.

L’obiettivo delle applicazioni è quello di dare fiducia alle persone con disturbi dello spettro autistico. È essenziale per comunicare con le persone e imparare le cose. Tutti questi parametri devono essere considerati nella scelta delle applicazioni. Alcuni siti web elencano le applicazioni per l’autismo più diffuse.

 

Alcuni consigli utili

 

Quale tablet scegliere? Scegliere un modello adatto. Ciò significa scegliere la taglia che sembra più adatta. Ad esempio, un tablet di piccole dimensioni è pensato per essere più leggero di uno di grandi dimensioni. Non occorre necessariamente un dispositivo con una grande capacità di memoria. Va detto che le applicazioni per l’autismo non sono troppo pesanti. Così potrete acquistare un tablet tenendo conto del vostro portafoglio.

Tuttavia, la padronanza dello strumento o delle applicazioni può richiedere l’aiuto di una persona, almeno all’inizio. Pensateci!

ROBERTO, il vostro coach cerebrale

 

Roberto è un’applicazione di giochi cognitivi e culturali per adulti che vogliono migliorare le proprie funzioni cognitive. Gli adulti con autismo possono utilizzarlo per migliorare le proprie capacità o per condividere le attività con i propri cari. Le attività sono varie e stimolano il linguaggio, la memoria, l’attenzione e la logica.

Inoltre, le attività culturali contribuiscono ad ampliare le conoscenze generali e la comprensione dell’ambiente in cui si vive.

Roberto_giochiculturali_giochi_tablet_cultura_anziani_stimolazionecognitiva

Supporto online da parte di un coach di memoria

Prenotate delle sessioni di 1 ora con il nostro esperto DYNSEO. Durante il coaching, utilizzando l’applicazione Roberto o Sofia, l’esperto suggerirà alcuni giochi in base alle funzioni cognitive che si desidera migliorare (attenzione, memoria, linguaggio…). Sarà in grado di consigliarvi i giochi migliori per il vostro obiettivo e di fornirvi le strategie da attuare.

Il coaching può essere prenotato da :

  • Persone che desiderano un supporto nell’utilizzo dei nostri programmi: allenarsi a casa da soli può essere difficile. Si può perdere la motivazione se non si ha nessuno con cui giocare. A volte un parente può avviare l’attività di stimolazione cognitiva, ma è necessario avere pazienza e con un estraneo può essere più facile.
  • Persone che sono seguite da professionisti della salute ma che svolgono attività anche a casa: tra una seduta e l’altra con l’esperto, ci si può allenare a casa. L’esperto può consigliarvi i giochi più adatti alle vostre esigenze.
  • Persone in attesa di iniziare un trattamento: i tempi di attesa per un appuntamento con un professionista sanitario possono essere molto lunghi. Durante il periodo di attesa, potrete iniziare il training cognitivo ed essere seguiti dal nostro esperto per svolgere insieme le attività.
coaching personalizzato_1

Se voi o i vostri cari avete problemi cognitivi o fragilità, come nel caso dell’autismo, è importante essere monitorati da un medico o da un operatore sanitario. Il coaching è uno strumento di supporto all’uso dei nostri programmi per tablet. Non sostituisce una valutazione professionale. Se state utilizzando i nostri programmi a causa di una malattia, parlatene con il vostro medico.

icona_tempo

Un appuntamento veloce

icona_casa<br />

Senza uscire di casa

icona_consiglio

Consulenza su misura per le vostre esigenze

Altri articoli che potrebbero interessarvi: