L’autismo nei bambini e negli adulti può essere diagnosticato sia negli individui di sesso maschile che femminile. Tuttavia, gli uomini sono diagnosticati più spesso delle donne, sebbene queste ultime ne siano spesso affette. Secondo vari studi, il rapporto è ampiamente sbilanciato, con 4 uomini diagnosticati per ogni donna.

Le donne sono leggermente meno colpite a causa di fattori protettivi. Questo, però, non significa che siano esenti dall’autismo. I sintomi leggermente camuffati nelle donne conducono spesso a una diagnosi più tardiva. Come si riconosce questo disturbo in una donna adulta?

Eccovi delle spiegazioni per aiutarvi ad approfondire l’argomento!

 

Le donne sono meno diagnosticate

 

La maggior parte delle volte, le donne autistiche avranno la capacità di adattarsi e di mimetizzarsi. Questo renderà la diagnosi molto più difficile. Infatti, i sintomi saranno altrettanto presenti che nei maschi, ma le donne tenderanno ad imitare le persone vicine per compensare le loro difficoltà a farsi ascoltare e capire. È anche vero che nella popolazione autistica con disabilità intellettuali, si trovano 5 uomini per ogni donna.

Crescendo, le donne autistiche svilupperanno disturbi secondari. Questi saranno diagnosticati trascurandone la causa principale. Per esempio, soffriranno spesso di depressione o attacchi d’ansia.
Le donne autistiche mostrano difficoltà di comunicazione, ma riescono comunque a stringere amicizia più facilmente.

Quando si parla con una donna autistica, gli argomenti di conversazione sono spesso classici e convenzionali. Per questo motivo la discrepanza si nota difficilmente. Quando giocano con le Barbie, faranno delle scenette da sole e non con le amiche. Possono anche essere attratte da mondi alternativi e dalla ricerca di informazioni che le aiutino a capire come funzionano gli altri. L’imitazione rende spesso più difficile la diagnosi di autismo nelle donne. Infatti, tenere nascosti certi comportamenti ed evitare certe persone saranno di ostacolo a una giusta diagnosi. Risulta quindi importante prendere in considerazione diversi elementi per riuscire a identificare un caso di autismo senza confonderlo con un’altra patologia secondaria che sarebbe solo un sintomo del disturbo.

 

Una diagnosi tardiva può causare grande sofferenza

 

Le donne con sindrome autistica, diventate esperte nel camuffamento sociale, ricevono spesso diagnosi di disturbi della personalità, dell’umore e persino alimentari. Di conseguenza, le soluzioni che vengono loro proposte, così come la pressione sociale effettuata dall’entourage e dalla famiglia, sono spesso motivo di grande sofferenza: esaurimento, stress, ansia, depressione, ecc.

Sebbene questa nuova consapevolezza abbia condotto ad un miglioramento nella diagnosi dello spettro autistico, ad oggi le donne spesso restano non diagnosticate. Quindi vi invitiamo a prestare attenzione alle donne che manifestano dei lievi sintomi, perché potrebbe trattarsi di un caso di autismo nascosto.

Sofia, la tua coach

Sofia é un’applicazione con più di 27 giochi ludici e culturali. Grazie a questa applicazione potrete migliorare le vostre capacità linguistiche e le funzioni cognitive in generale. Con Sofia potete fare anche giocare con i vostri familiari o amici. Grazie a questa modalità potrete mantenere delle relazioni positive!

Sofia, migliora la tua memoria