L’animazione in IPAB su tablet

Che siate una casa di riposo, o un IPAB  (Istituto Pubblico di Assistenza e Beneficenza), due delle nostre soluzioni fanno parte integrante del vostro stabilimento:

  • dei test cognitivi e la valutazione cognitiva dei vostri residenti
  • la stimolazione cognitiva e l’animazione per i vostri residenti

giogi memoria casa di reposo

Il tablet tattile, una nuova animazione per i residenti

L’introduzione del tablet tattile in seno alle case di riposo ha fatto la felicità dei residenti! Innovativo, fresco, nuovo, piace a loro, ed occorre dirlo, ha un lato “magico”.

Infatti, il progetto di animazione in casa di riposo è essenziale per mantenere la gioia di vivere e la felicità tra i residenti, il personale, gli intervenienti e la loro famiglia. Il tablet è apparso allora come un attrezzo di mediazione tra il personale ed i residenti, ma anche i residenti e la loro famiglia che ora possono giocare con loro genitori quando vengono a vederli, o mandargli semplicemente delle foto e messaggi a distanza.

L’animazione in IPAB 2.0, che ha già attirato più di 100 IPAB!

giogi memoria casa di reposo tavoletta

Diversi modi di utilizzare il tablet

Ogni stabilimento utilizza i tablet al modo suo, ecco i diversi modi di utilizzarle:

– In workshop collettivo con parecchie tablet o con un tablet proiettato su un grande schermo affinché tutti possano partecipare.

– In workshop individuale, particolarmente quando i residenti hanno bisogno di essere stimolati in particolare su una funzione, o se non amano partecipare alle attività collettive.

– In unità protetta, con dei giochi dedicati.

– In centri diurni

– in libero accesso, per i residenti quando lo richiedono o per le famiglie quando vengono a vederli.

 

Parecchi professionali lo utilizzano 

Parecchi professionali d’istituti sono interessati all’utilizzo del tablet, con ciascuno il suo angolo di attacco:

– gli animatori

– gli psicologi e psicomotricisti, per i loro workshops memoriali,

– i medici coordinatori possono seguire gli statistici individuali sulla piattaforma web.

– i personale addetto all’assistenza a chi è chiesto di participare sempre di più alle animazioni, possono facilmente realizzare dei quiz di cultura generale o dei quiz musicali su tablet e divertirsi a giocare con i residenti!

 

Gli obiettivi del nostro programma di animazione

Stimolare le funzioni cognitive dei vostri residenti (funzioni esecutive, attenzione, concentrazione, strategie di apprendimento)

Rompere l’isolamento e favorire il legame sociale e intergenerazionale.

Prevenire e individuare le fragilità

Suscitare la curiosità e la voglia di giocare

 

Le chiavi del successo 

– Adattare i giochi secondo le capacità di ciascuno: i giochi sono costruiti per non mettere i residenti in difetto. Di più, il professionista ha per ruolo di orientare il residente verso i giochi che gli sono adatti e che gli faranno lavorare le funzioni che ha bisogno di stimolare.

– Accompagnare i residenti nella presa in mano del tablet: 4 a 5 sedute di accompagnamento sono necessari per impararli a bene manipolare il tablet (porre il dito piatto, non appoggiare troppo forte, il pulsante Uscire, …)

– Moltiplicare le opportunità di giochi e provarli in configurazioni differenti ( Diversi modi di utilizzare la tavoletta )

– Non mettersi filtri: certi residenti vi stupiranno per le loro capacità!

– Non esitare a provare il tablet con loro, pure con le persone molto dipendenti, perché possono capitare dei momenti magici.

– I nostri stabilimenti ce lo dicono, con un poco di formazione, richiedono le tablet per giocare da soli.

 

Il vostro programma dedicato

Sofia è il programma che corrisponde al vostro stabilimento.

 

gioci de memoriasenior

 Scarica e testa l’applicazione gratuitamente !

playstore dynseo appstore dynseo

Testimonio

“I giochi funzionano bene in workshop. Li ho utilizzati in workshop memoria con i residenti che hanno pochi disturbi cognitivi, in autonomia ed in workshops collettivi. Hanno bisogno di essere guidati ma riescono abbastanza velocemente ad essere autonomi. Ho utilizzato anche i tablet nella nostra unità protetta dove hanno ben funzionato. Sono stati stimolati al di là delle mie speranze. Ho potuto raccogliere anche 5 parole di una residente che non aveva parlato da tanti mesi. Per riassumere, è veramente un buono attrezzo di stimolazione cognitiva per tutti.”

Cécile, psicologa in casa di riposo

 

Il specialista delle apps di salute e di benessere

Il specialista delle apps di salute e di benessere