4.9/5 - (20 votes)

L’autismo negli adulti deve essere ben gestito per garantire una buona qualità di vita al paziente. È quindi importante mettere in atto delle misure che gli forniscano un sostegno adeguato. Purtroppo, i dispositivi esistenti per gli adulti sono molto meno diffusi di quelli per i bambini.

Vi consigliamo quindi di prestare particolare attenzione al trattamento. Soprattutto appena la diagnosi di autismo viene effettuata. Se non sapete come muovervi, affrettatevi a leggere questo articolo!

 

Cos’é l’autismo ?

 

L’autismo è un disturbo del neurosviluppo. I primi sintomi possono comparire intorno ai 3 anni. I sintomi possono influire sulla comunicazione, sull’interazione sociale o sul comportamento. La gravità di questi sintomi è variabile, motivo per cui l’autismo può essere identificato più o meno tardi nella vita di una persona. È quindi possibile che una persona riceva una diagnosi di autismo in età adulta.

Non esiste una cura per l’autismo, ma è possibile sottoporsi a una terapia per imparare a superare le fragilità e le difficoltà.

 

Creare un’alta qualità di vita per un adulto con autismo

 

Innanzitutto, è importante considerare la persona con autismo in ogni decisione che la riguarda. Questo è essenziale per aiutarli ad avere una buona qualità di vita. È importante prendersi del tempo per comunicare e dare all’adulto la libertà di prendere le proprie decisioni sulla sua vita. È quindi possibile mettere in atto disposizioni per aiutarlo a vivere la vita che la persona autistica desidera.

Sarà inoltre importante aiutarli a integrarsi in un ambiente normale, in modo che possano continuare a vivere normalmente con la loro cerchia di amici. La sua vita sarà semplicemente accompagnata da vari ausili che permetteranno di beneficiare di un ambiente personalizzato.

Qualunque decisione si prenda in merito al sostegno di un adulto con autismo, bisogna ricordarsi di essere flessibili. Sarà importante adattare le misure alla situazione in tempo reale. I sintomi possono peggiorare nel tempo e richiedere cure più approfondite.

Consigliamo inoltre di prendersi cura dell’ambiente in cui vive l’adulto autistico per aiutarlo a trarre beneficio dall’ascolto e dall’assistenza giorno dopo giorno. Naturalmente, dovrete assicurarvi di avere il supporto di professionisti qualificati che vi aiutino a intraprendere l’azione giusta. In qualità di familiari, è necessario rimanere presenti nella vita di un adulto autistico per fornire un punto di riferimento attraverso un supporto adeguato.

Infine, sarà importante fissare degli appuntamenti per partecipare a vari laboratori e sviluppare le proprie capacità in un ambiente accogliente. Sarà possibile beneficiare di numerosi interventi per aiutare l’adulto a sviluppare la sua comunicazione, ma anche le sue capacità motorie. Ogni dettaglio aiuterà un adulto con autismo a sentirsi amato e curato nella sua vita, in modo che possa vivere in sicurezza.

 

Sintomi negli adulti con autismo

 

L’autismo è un disturbo di ampia portata che può manifestarsi con sintomi in aree diverse e con gravità variabile. Di solito, l’autismo viene diagnosticato quando la persona è ancora un bambino, ma quando i sintomi sono più lievi, è possibile che la persona scopra di avere l’autismo da adulta.

In età adulta, i sintomi si concentrano maggiormente sull’aspetto relazionale ed emotivo. Si può notare uno scarso interesse per gli altri e difficoltà di comunicazione. La persona con autismo non capisce il sarcasmo, l’umorismo o il significato nascosto delle parole. Per loro, ogni frase significa esattamente ciò che dice.

Inoltre, la persona con autismo tende a parlare solo di alcuni argomenti specifici, senza cercare di capire l’interesse dell’altro.

Questa difficoltà di comunicazione non aiuta le persone con autismo a fare amicizia e può portare a malintesi.

Un altro sintomo che si può riscontrare in una persona con autismo è la necessità di avere delle routine. Queste routine permettono alla persona di controllare la propria vita e l’ambiente. Per una persona con autismo, variabili, cambiamenti o eventi inaspettati causano frustrazione e squilibrio.

Accompagnare gli adulti con autismo

tabella-forme-autismo-adulti-difficoltà-stimolazionecognitiva-giochicerebrali-dynseo-roberto

La vita di un adulto con autismo

 

È importante ricordare che l’autismo è un disturbo molto ampio e che ogni persona è diversa. Ogni individuo può avere un futuro diverso e dipende dalla gravità dei sintomi, ma anche e soprattutto dal supporto che avrà e dalle sue passioni o personalità.

Trovare il proprio posto nella società non è mai facile. Per un adulto con autismo sarà ancora più difficile. È necessario scoprire le qualità della persona e investire su di esse per favorirne l’integrazione nei contesti sociali.

Inoltre, per integrarsi nella vita sociale o in un lavoro, è possibile contattare le associazioni che aiutano le persone con autismo a trovare la loro strada.

Quando i sintomi sono lievi, un adulto con autismo può avere una vita normale, con un lavoro e una famiglia. Il sostegno è essenziale in questo caso per consentire alla persona di sentirsi a proprio agio nella sua vita e di trovare strategie per superare le sue difficoltà.

 

Terapia per l’autismo

 

Quando viene diagnosticato l’autismo, la persona deve essere trattata da un professionista sanitario. L’obiettivo della terapia è identificare i punti deboli della persona per darle le strategie e gli strumenti per mantenere la propria autonomia nella vita quotidiana.

È inoltre importante che la famiglia partecipi alle sedute o agli appuntamenti con gli operatori sanitari. Questo può aiutarli a capire come parlare e comportarsi con la persona con autismo.

Non è solo l’adulto con autismo che deve adattarsi, ma anche l’ambiente che deve adattarsi a lui/lei.

Roberto, un’applicazione per l’autonomia

Roberto é un’applicazione pensata per gli adulti con delle fragilita. Con più di 30 giochi stimola le funzioni congitive, il tutto divertendosi! Quando un adulto viene diagnosticato con autismo si ritrova a dover dipendere da varie persone. Ci saranno infatti operatori sanitari e familiari che lo aiuteranno. Grazie a Roberto potete stimolare tutte le funzioni cognitive, mantenendo così anche l’autonomia.

Roberto_giochiculturali_giochi_tablet_cultura_anziani_stimolazionecognitiva

Altri articoli che potrebbero interessarvi: